Stufe a legna

Cosa c’è dentro una stufa a legna (con immagini reali)

Il legno è una fonte di calore da secoli. Quando si parla della storia del legno, è importante notare che l'uomo ha utilizzato la legna come fonte di combustibile almeno dall'Età del Ferro. Le stufe a legna sono solo un esempio di come l'uomo abbia utilizzato questa risorsa naturale. In questo post approfondiremo il funzionamento e la manutenzione di questi tipi di stufe.

Cos'è una stufa a legna

Una stufa a legna è un dispositivo che utilizza la combustione del combustibile per riscaldare gli spazi abitativi. Sono utilizzate anche per cucinare ed è un ottimo modo per stare al caldo durante gli inverni rigidi in cui le temperature scendono sotto lo zero.

Una stufa a legna è un dispositivo che utilizza la combustione del combustibile per riscaldare gli spazi abitativi. Viene utilizzata anche per cucinare ed è un ottimo modo per stare al caldo durante gli inverni rigidi in cui le temperature scendono sotto lo zero. Ecco una panoramica dei componenti di questo apparecchio estremamente versatile.

Focolare

Il focolare è il centro di una stufa a legna. In quest'area si concentra la maggior parte dell'attività di produzione di calore che avviene all'interno della stufa ed è il punto di partenza per un funzionamento efficace della stufa a legna. Se si versa troppo combustibile in una sola volta o se non si lascia entrare più aria in questa zona, si possono verificare problemi di controcorrente (quando i gas di scarico provenienti dall'interno dell'abitazione vengono richiamati attraverso il camino invece di salire e uscire) e causare l'ingresso di fumo nell'ambiente in cui si vive.

Vassoio per la cenere

Come già detto, la cenere si accumula sul fondo di una stufa a legna. Ciò è dovuto al fatto che, quando si bruciano i ceppi nel camino o nella stufa, vengono lasciati dei piccoli pezzi di combustibile incombusto. Il posacenere raccoglie questo materiale residuo e lo rende facile da gettare durante la pulizia dopo l'uso di uno di questi apparecchi di riscaldamento.

Se non avete a disposizione un posacenere, assicuratevi che la zona in cui si accumula la cenere abbia una sorta di protezione tra le superfici, in modo che non si danneggi a causa dell'esposizione al calore.

  • Vassoio per la cenere
  • Il combustibile incombusto viene lasciato quando si bruciano i ceppi nel camino o nella stufa.
  • Assicuratevi che ogni area in cui si accumula la cenere abbia una sorta di protezione tra le superfici, in modo che nulla si danneggi a causa dell'esposizione al calore.
  • Il posacenere raccoglie questo materiale residuo e lo rende facile da gettare durante la pulizia dopo l'uso di uno di questi apparecchi di riscaldamento.
  • Se non si dispone di un posacenere, assicurarsi che la zona in cui si accumula la cenere abbia una sorta di protezione tra le superfici, in modo che non si danneggi a causa dell'esposizione al calore.

Collare della canna fumaria

Il collare della canna fumaria si trova nella parte superiore del tubo della stufa. Si tratta di un anello metallico rotondo che sigilla eventuali spazi vuoti tra la stufa a legna e il punto di incontro con la canna fumaria, assicurando che il fumo non fuoriesca in casa.

Una canna fumaria deve essere spazzata regolarmente se si vuole che funzioni correttamente, e una stufa a legna non fa eccezione. Se il collare della canna fumaria non sigilla lo spazio tra il tubo della stufa e il punto di incontro con il camino, il fumo può fuoriuscire in casa. Anche solo per questo motivo, è necessario assicurarsi che le fessure intorno al collare della canna fumaria siano completamente sigillate, altrimenti si rischia di avere problemi in futuro.

Questo aspetto è particolarmente importante durante l'installazione, perché può capitare che parti dei componenti della cappa, come i condotti, non si incastrino perfettamente tra loro a causa di irregolarità sulle loro superfici dovute al processo di lavorazione. Queste aree accumulano polvere con il tempo e possono diventare annerite con il passare del tempo. Per quanto riguarda le superfici in acciaio non rivestite, la polvere aderisce ai pori e le fa apparire opache. Se non vengono controllate nel tempo, possono creare rischi di fumo o di incendio.

Bordo

Il deflettore di una stufa a legna separa il focolare dalla camera dei fumi. Di solito è in ghisa o acciaio e impedisce ai gas caldi di fluire direttamente nella canna fumaria quando vengono rilasciati dalla combustione del combustibile nel focolare. I gas devono invece raffreddarsi prima di uscire attraverso questa apertura per consentire un migliore tiraggio. I deflettori sono noti anche come "aria" perché l'aria entra qui per fornire ossigeno alla combustione, evitando così l'accumulo di fuliggine sulle pareti interne causato dalla combustione incompleta di combustibili ricchi di carbonio come legno e carbone.

I deflettori si trovano sia all'interno di stufe indipendenti che bruciano combustibili solidi come pellet di legno, tronchi, ecc… sia all'interno di stufe non catalitiche che bruciano combustibili liquidi come propano, gas naturale, ecc…

Porte con guarnizioni

La porta della stufa a legna è composta da tre parti diverse. La prima parte è costituita dai pannelli di mattoni refrattari che si vedono all'interno dell'apparecchio, la seconda da un sistema di lavaggio dell'aria in metallo o in ghisa per assicurare che ci sia sempre abbastanza ossigeno per la combustione e, infine, dalle guarnizioni intorno a tutte le aperture che impediscono la fuoriuscita del calore. Le varianti di design possono essere molte, ma questi sono alcuni componenti comuni che si trovano oggi nella maggior parte delle porte delle stufe.

Bocchette d'aria

Le stufe a legna hanno sempre una presa d'aria con una serranda. Si tratta di una delle parti più importanti, perché controlla la quantità di ossigeno che arriva al fuoco: se è troppo poco, si brucia prima di raggiungere la stanza.

* Bocchette d'aria: * Una stufa a legna è sempre dotata di una presa d'aria con una serranda; è una delle parti più importanti perché controlla la quantità di ossigeno che arriva al fuoco; se non ce n'è abbastanza, il fuoco può bruciare senza arrivare in camera.

Altre parti di una stufa a legna

Altre parti all'interno di una stufa a legna sono il deflettore, il ripiano per i fumi e il pozzo della cenere. La funzione del deflettore è quella di deviare il calore attraverso il focolare dove è più necessario (di solito almeno quattro centimetri sopra). Come si può immaginare, questo crea un punto estremamente caldo davanti al camino o alla stufa a legna che altrimenti rimarrebbe inutilizzato.

Il deflettore impedisce inoltre alla legna di bruciare troppo rapidamente, rallentando la combustione. Il ripiano per i fumi si trova di solito appena sotto il deflettore e lavora per mantenere tutto il calore all'interno, al suo posto. Lo fa grazie al suo design angolato che convoglia i gas caldi nel focolare per un'ulteriore azione di riscaldamento. Infine, sotto questi elementi è presente un pozzetto per la cenere, che si presenta come una scatola di metallo con un vassoio rimovibile all'interno (solitamente in lamiera).

Lo scopo di un pozzo per la cenere è quello di raccogliere le ceneri o la fuliggine che si formano durante la combustione del combustibile e che altrimenti si spargerebbero in tutta la casa se lasciate sul pavimento della stufa o del camino. Un buon modo per pensare al funzionamento del pozzo della cenere è quello di considerare ciò che accade quando si versa il latte nel caffè.