Stufe a legna

Come dovrebbe essere il fuoco di una stufa a legna?

I caminetti sono di tutte le forme e dimensioni, ma l'unica cosa che hanno in comune è il fuoco acceso. Una stufa a legna può produrre molto di più di un semplice calore per la vostra casa: è anche un'opportunità per sfoggiare alcuni colori e motivi di fiamma che non potreste vedere con altri tipi di combustibile! L'articolo che segue vi fornirà informazioni utili su come dovrebbe essere il fuoco di una stufa a legna e su come mantenere al meglio il vostro caminetto per ottenere prestazioni ottimali.

Il fuoco di una stufa a legna dovrebbe essere una fiamma danzante, con un bel colore giallo. Queste sono le cose da sapere su come deve essere un buon fuoco di stufa a legna. Continuate a leggere per ulteriori informazioni su come ottenere il giusto aspetto della vostra stufa a legna!

È importante tenere presente che queste linee guida rappresentano una situazione media o ideale e che in alcuni casi potrebbero non essere applicabili.

Come dovrebbe essere il fuoco di una stufa a legna

Il fuoco di una stufa a legna deve avere l'aspetto di un falò con carattere. Non deve essere né troppo grande né troppo piccolo e brucerà per tutto il tempo necessario, a seconda di ciò che si sta cucinando in cucina. La cosa più importante è che i carboni ardenti rimangano sotto la pentola, in modo che nulla si bruci e il cibo si cuocia in modo uniforme!

Seguite il flusso naturale del fuoco assicurandovi che le braci siano sempre sotto la pentola. Le fiamme devono salire e scendere con un movimento uniforme, mentre di tanto in tanto spuntano delle braci. Saprete quando è sicuro mettere un altro ceppo se vedrete delle braci arancioni incandescenti sotto o intorno alla pentola. Se aggiungete troppa legna, inizierà a uscire del fumo da ogni punto in cui la legna tocca la stufa, il che significa che non arriva abbastanza ossigeno, quindi continuate ad aggiungere piccoli pezzi finché non brucia in modo pulito con solo un sottile pennacchio di fumo bianco-bluastro!

Fuoco fumante

Un fuoco fumante è una combustione lenta e costante. Ha l'aspetto di braci incandescenti e di solito ha un colore blu alla base della fiamma. Il fumo che si sprigiona da questo tipo di fuoco di stufa a legna ha un odore pulito e dolce. È un segno di basso inquinamento e di combustione efficiente.

Questo tipo di fuoco per stufe a legna può bruciare tutta la notte senza accumuli eccessivi nella canna fumaria, il che significa meno creosoto e una migliore qualità dell'aria interna (IAQ). I fuochi fumanti, inoltre, producono più calore di quelli infuocati perché durano più a lungo.

Fuoco ruggente e braci ardenti

Il fuoco deve bruciare con fragore ed emettere molto calore. Se le fiamme sembrano troppo piccole, date alla legna un po' di tempo in più per rompersi o usate pezzi più grandi. Inoltre, i ceppi più grandi permetteranno alla stufa di mantenere più facilmente la temperatura ideale nel corso della giornata, perché è meno probabile che sia necessario aggiungere altro combustibile con una certa frequenza.

  • Il fuoco deve essere ricco di fiamme.
  • Se il fuoco sembra troppo piccolo, date alla legna un po' di tempo in più per rompersi o usate pezzi più grandi.
  • Con ceppi più grandi sarà anche più facile per la stufa mantenere la temperatura ideale nel corso della giornata, perché è meno probabile che sia necessario aggiungere altro combustibile con la stessa frequenza.
  • Se le fiamme sembrano troppo piccole, lasciate un po' di tempo alla legna o usate pezzi più grandi. I ceppi più grandi aiutano le stufe a mantenere una temperatura costante e riducono la quantità di combustibile necessaria per un certo periodo di tempo (riducono il consumo).
  • Il fuoco deve bruciare con fragore ed emettere molto calore.
  • Se le fiamme sembrano troppo piccole, date alla legna un po' di tempo per rompersi o usate pezzi più grandi.
  • Se le fiamme o il calore non sono sufficienti per lunghi periodi di tempo, concedete più tempo o usate pezzi più grandi.

Quanta legna devo usare?

In generale, più la legna da ardere è spessa e più è umida, meno è necessario inserirla. Per una stufa o un inserto per caminetto di piccole dimensioni con un'apertura sottile, sono sufficienti circa tre ceppi. In generale, se un terzo di ogni ceppo è esposto sopra la griglia quando tutti bruciano bene senza fumare eccessivamente, questo sarebbe considerato un carico ottimale per la maggior parte delle stufe. Prima di accendere, però, verificate che ci sia abbastanza spazio tra i singoli pezzi di legno, in modo che non si tocchino durante la combustione (l'ideale sarebbe una distanza di circa dieci centimetri), altrimenti l'aria potrebbe rimanere intrappolata all'interno, invece di circolare, causando una combustione inefficiente e un aumento del fumo. Una buona regola è quella di avere spazio sufficiente per farli espandere di almeno il 50%, soprattutto con i tronchi più spessi.

Quando si accende, se si può fare a meno della legna è meglio, soprattutto quando si usano porte di stufe sottili, dove una quantità eccessiva potrebbe non permettere alla porta di aprirsi completamente. Dipende anche dal grado di isolamento della casa e dalla presenza o meno di un ventilatore a recupero di calore (HRV). Nel caso di HRV che aspirano aria dall'esterno, è bene tenere presente che questo richiama aria fredda in casa, rendendo più difficile per il fuoco continuare a riscaldare, quindi è necessario utilizzare più combustibile del normale. Inoltre, ricordate che l'apertura delle finestre durante la combustione contribuisce ad aumentare il flusso d'aria attraverso l'unità, facilitando la corretta combustione della stufa/camino e generando una maggiore produzione di calore.

Agenzia per la protezione dell'ambiente (EPA)

L'EPA raccomanda di accendere un fuoco di legna e di farlo bruciare per almeno 20 minuti o fino a quando i ceppi non si sono ridotti di dimensioni e sono diventati bianchi su tutta la superficie. Se non si dispone di un termometro, l'EPA consiglia, una volta acceso il fuoco, di posizionare un vaso capovolto sopra uno dei ceppi. Se inizia a raffreddarsi entro cinque minuti o meno, alzate il fuoco finché la pentola non ricomincia a scaldarsi.

Il Dipartimento per l'Ambiente, l'Alimentazione e gli Affari Rurali (DEFRA) specifica che una buona stufa a legna dovrebbe essere in grado di bruciare almeno 0,75 chilogrammi all'ora per essere considerata abbastanza efficiente per il riscaldamento domestico. Questo significa anche che se si ha accesso solo a pezzi di legno più piccoli, si può comunque utilizzare questo legname, perché semplicemente ci sarà bisogno di più materiale per produrre la stessa quantità di energia nel tempo.

Che ne dite di un parafuoco?

Devo usarne uno e deve essere chiuso o aperto quando il fuoco è acceso? Influisce sulla quantità di legna da mettere? Uno schermo può contribuire a ridurre i danni del calore radiante alle superfici vicine, come vernici, armadi, ecc. ma non è necessario per tenere le scintille fuori dal vostro spazio abitativo. Alcuni schermi sono realizzati con una rete che consente un maggiore flusso d'aria rispetto al filo metallico, riducendo così la produzione di fumo; possono quindi essere utilizzati anche per aumentare l'efficienza, consentendo un migliore flusso d'aria in tutto l'apparecchio e facilitando la risalita dei gas di combustione verso il camino, anziché il loro ricircolo nella stanza, dove creano fuochi fumanti meno efficienti che producono livelli più elevati di creosoto (un catrame combustibile che si forma quando i gas e le particelle di fumo si condensano sulle superfici fredde).

Per un funzionamento normale senza schermo, si dovrebbe lasciare la porta della stufa aperta di circa un centimetro. Questo consente un buon flusso d'aria attraverso il focolare, in modo che possa bruciare abbastanza caldo da creare temperature di combustione elevate che impediscono la formazione di creosoto con la stessa facilità. Se non c'è abbastanza ossigeno disponibile a causa di un'eccessiva contropressione (ad esempio, se il camino è troppo piccolo o ostruito), le condizioni sono favorevoli a fuochi fumanti a bassa temperatura che producono più creosoto di quanto farebbero altrimenti. Se il fuoco continua a bruciare anche dopo lo spegnimento, è necessario aggiungere altra legna e/o pulire la canna fumaria.

Se si utilizza un paravento mentre la stufa è in funzione, si consiglia di lasciarlo aperto in modo che sia disponibile aria sufficiente per la combustione completa di tutti i gas combustibili. L'unico caso in cui avrebbe senso chiudere la porta su un fuoco caldo (cosa che non dovrebbe mai accadere se si dispone di un'alimentazione d'aria correttamente dimensionata) è quando si utilizza uno scambiatore di calore ausiliario come il nostro sistema Clean Burn, che consente un'efficienza ancora più elevata del normale facendo ricircolare i gas di scarico attraverso camere secondarie che ne estraggono più calore prima di rilasciarlo nell'atmosfera. Questo tipo di installazione richiede una manutenzione supplementare, ma può aumentare l'efficienza complessiva fino al 30% secondo alcuni test.

Chiunque desideri una stufa a legna dovrebbe essere in grado di installarla da solo con le istruzioni adeguate, ma se non si è sicuri di una parte del processo o si riscontrano problemi dopo aver completato l'installazione, è bene rivolgersi a qualcuno esperto in questo tipo di lavoro. Se tutto il resto fallisce, ci sono molte aziende affidabili che possono aiutare a pagamento. Prima di fissare un appuntamento, assicuratevi che capiscano esattamente cosa state cercando di ottenere, in modo da potervi consigliare il modo migliore per raggiungere l'obiettivo ed evitare di sprecare tempo e denaro in servizi o prodotti inutili che non porteranno a nulla perché non affrontano la causa principale del vostro problema.

Consigli di sicurezza per le stufe a legna

  • Assicuratevi che la stufa a legna sia posizionata su una superficie non infiammabile. Il pavimento dovrebbe essere in legno duro o piastrelle piuttosto che in moquette, che può incendiarsi e bruciare rapidamente una volta esposta al fuoco.
  • Mantenete la stufa a legna ventilata. Assicuratevi che non ci siano ostruzioni nel camino o nelle bocchette. Ciò può provocare un avvelenamento da monossido di carbonio, con conseguenze potenzialmente fatali.
  • Lasciare sempre che il fuoco si spenga completamente prima di lasciarlo incustodito.
  • Non lasciare mai i bambini senza sorveglianza vicino a una fiamma libera o a superfici calde di qualsiasi tipo.

Domande frequenti

Posso mettere la mia stufa a legna in un camino di metallo?

Assolutamente no. Un caminetto a legna deve essere completamente in muratura, con pareti in mattoni o pietra che si estendono fino alla linea del tetto su tutti i lati dell'apertura. Se avete un'unità prefabbricata esistente che si adatta al vostro spazio e soddisfa i requisiti del codice, potete procedere; altrimenti, acquistate un altro modello. In ogni caso, non si dovrebbe utilizzare la canna fumaria per il tiraggio (si veda la domanda precedente), quindi averne una progettata appositamente per questo scopo garantirà un'efficienza e una sicurezza ottimali per entrambi gli apparecchi.

Come faccio a sapere se la mia stufa a legna è installata correttamente?

Un'installazione sicura inizia con un apparecchio di qualità, ma comprende anche il posizionamento su una superficie solida e il collegamento alla canna fumaria. Riuscite a immaginare quanto sarebbe instabile il vostro televisore appoggiato su un tavolo irregolare e traballante? Non rischiate che tutta la vostra casa vada a fuoco a causa di un inserto per caminetto non correttamente sostenuto! Assicuratevi che l'unità sia in piano e che non ci siano spazi vuoti tra i pavimenti che la circondano e che potrebbero permettere al calore o al fuoco di fuoriuscire dall'interno, cosa che vale la pena di verificare due volte prima di avviare il caminetto per l'inverno. Inoltre, è bene verificare se tutte le viti che fissano parti come le gambe sono state serrate saldamente; in caso contrario, potrebbero allentarsi con il tempo, creando un ulteriore rischio di incendio.

Devo far pulire il mio camino?

Un camino pulito è un camino sicuro, quindi la pulizia dovrebbe essere effettuata ogni anno durante il periodo dell'anno in cui non si utilizza la stufa a legna o il camino. Questo processo rimuove gli accumuli di creosoto e altri detriti che potrebbero incendiarsi se cadono all'interno di uno dei due apparecchi; per questo motivo, affidare questo compito per una stagione potrebbe non solo farvi risparmiare un po' di denaro, ma anche mantenere la vostra famiglia e la vostra casa più sicure! Se invece decidete di farlo da soli – e noi consigliamo vivamente a chi ama il fai-da-te di provarci almeno una volta, per sapere in cosa si sta imbarcando – assicuratevi di acquistare tutti i dispositivi di sicurezza necessari, come guanti, occhiali e un respiratore con il filtro giusto per proteggere i polmoni.

Di cosa ha bisogno il mio camino per funzionare in sicurezza?

Se state pensando di installare o acquistare inserti per stufe a legna, è essenziale che soddisfino determinati requisiti prima di essere installati in qualsiasi abitazione. Le stufe a legna sono progettate per bruciare in modo pulito senza produrre fumi eccessivi grazie al loro sistema di lavaggio dell'aria che le mantiene prive di fuliggine facendo passare l'aria in entrata attraverso i getti sopra i quali viene caricato il combustibile fresco. Questo getto di gas ad alta velocità lava le superfici interne dell'apparecchio, creando al contempo una turbolenza che aiuta a dissipare il calore più rapidamente di quanto possano fare i modelli standard: meno punti caldi significa meno possibilità di accumulo di creosoto! Per questo motivo, questi modelli necessitano di speciali canne fumarie per funzionare al meglio. È importante installare un inserto per stufe a legna di qualità nel vostro camino se volete sentirvi sicuri e al caldo durante i mesi invernali che vi aspettano. Sia che la scelta sia stata fatta per motivi economici o per un interesse verso un riscaldamento più ecologico, l'inserto deve essere in regola con tutti i requisiti di sicurezza prima di accendere un fuoco all'interno delle sue pareti. Se non riuscite a capire se la vostra abitazione soddisfa queste specifiche, consultate un esperto che possa confermare che tutto è stato fatto correttamente; anche un solo errore potrebbe rendere vulnerabili le abitazioni di tutta la vostra città!

Conclusione

In conclusione, il fuoco di una stufa a legna deve essere contenuto e non più grande del dovuto. Il fumo che esce dalla canna fumaria è l'elemento da tenere in considerazione per verificare se tutto funziona correttamente o meno. Vorremmo che avesse l'odore di un falò all'aperto piuttosto che di qualcosa che emana un cattivo odore all'esterno. Se conoscete qualcuno che ne possiede uno, chiedeteglielo prima di continuare da soli, perché potrebbe darvi qualche indicazione sulla sua esperienza!