Stufe a legna

Una stufa a legna fa perdere soldi?

Se state pensando di acquistare una stufa a legna per la vostra casa, la prima domanda che vi viene in mente è se vi farà risparmiare o meno. In questo articolo vengono illustrati gli aspetti da tenere in considerazione quando si prende questa decisione. Ad esempio, avete spazio sufficiente in casa per una stufa a legna? Dovete preoccuparvi della ventilazione? Di seguito una panoramica di alcuni degli aspetti che tratteremo!

Le stufe a legna sono un ottimo modo per risparmiare sulle bollette del riscaldamento. Offrono anche alcuni vantaggi aggiuntivi, come la possibilità di asciugare i vestiti e cucinare i cibi durante i freddi mesi invernali! Ma prima di prendere una decisione sull'acquisto di una stufa a legna per la vostra casa, è importante considerare quanto costano in anticipo. Ecco alcuni dei costi più comuni associati all'acquisto di una stufa a legna:

  1. Costo dell'installazione €150-€2.000
  2. Costo di riparazione o sostituzione della canna fumaria €200-5.000+
  3. Costo della pulizia della legna da ardere €0-€500/anno

Cos'è una stufa a legna e come funziona?

Una stufa a legna è un dispositivo progettato per bruciare combustibile al fine di produrre calore. Si tratta di inserti per caminetti che forniscono calore e atmosfera durante i mesi invernali. Le stufe a legna funzionano bruciando piccoli pezzi di legno all'interno del focolare, che riscalda l'aria che entra dall'esterno tramite un ventilatore o un sistema di soffianti che aspira l'aria calda e la spinge nella stanza. La stufa a legna è collegata a un camino o a una canna fumaria, che conduce il fumo all'esterno attraverso un tubo di scarico.

Quanto si risparmia con una stufa a legna?

È difficile dire quanto si possa risparmiare. La quantità di denaro che una stufa a legna consente di risparmiare varia in base alle dimensioni dell'abitazione, al suo contenuto di isolamento e alla sua collocazione rispetto alle altre stanze. Le stufe a legna funzionano anche aumentando la temperatura all'interno della casa, il che significa che sono più efficienti nei mesi invernali quando fuori fa freddo.

Una famiglia media può risparmiare fino al 30% sui costi di riscaldamento utilizzando una stufa a legna. Questo risparmio si ottiene in due modi: in primo luogo, perché si consuma meno elettricità o gas quando la temperatura dell'ambiente è stata aumentata e, in secondo luogo, perché ci sono meno correnti d'aria che entrano dalle finestre durante i mesi invernali. È necessario considerare anche il costo dell'acquisto e dell'installazione, che può incidere sul risparmio a seconda del luogo in cui si vive.

Se state cercando di utilizzare il riscaldamento a legna invece del gas o dell'elettricità per risparmiare, c'è una buona notizia: è possibile! Chi utilizza una stufa a legna per riscaldare la propria casa risparmia dal 20% al 30% se si considerano tutti gli aspetti.

La stufa a legna perde soldi?

Se state leggendo queste righe, è probabile che sia perché la vostra stufa a legna non sta facendo risparmiare i soldi che pensavate.

Passi per riparare una stufa a legna che perde denaro:

  • Assicuratevi di bruciare solo legna stagionata. È molto importante che la legna sia abbastanza secca, altrimenti non sarà efficiente.
  • Assicurarsi che la stufa abbia un buon tiraggio aprendo tutte le finestre, le porte e le fessure per una migliore circolazione del calore.
  • La temperatura deve raggiungere circa 400 gradi Fahrenheit perché la stufa a legna funzioni bene.
  • Potete anche investire in un combustore catalitico che ridurrà la quantità di fumo e creosoto che finisce nel camino.
  • Trovate una buona posizione per la vostra stufa a legna. Dovrebbe trovarsi ad almeno 6 metri da qualsiasi materiale combustibile, compresi case ed edifici.
  • Bisogna anche fare attenzione alla quantità di legna che si inserisce alla volta. Non volete che prenda fuoco, quindi procedete con calma!
  • Assicuratevi che il vostro camino sia collegato e sigillato correttamente.

I vantaggi dell'utilizzo di una stufa a legna

Fornisce calore alla casa senza bollette di elettricità o gas.

Le stufe a legna sono più economiche delle stufe elettriche nel tempo, perché bruciare legna non è solo più efficiente ma anche meno costoso, se si considera che la maggior parte delle persone pagherebbe la legna da ardere in aggiunta alla bolletta se utilizzasse una fonte di riscaldamento alternativa.

Le stufe a legna sono sostenibili. Bruciare legna per riscaldarsi è meglio per l'ambiente rispetto all'utilizzo di energia elettrica o gas, perché una piccola quantità di energia è sufficiente per riscaldare la casa con una stufa a legna, senza danneggiare gli alberi abbattuti appositamente per questo scopo.

  • Una stufa a legna di alta qualità può durare tutta la vita e non è solo un investimento, ma anche una fonte di gioia.
  • L'esperienza di sedersi intorno al fuoco in inverno è parte di ciò che rende la vita appagante per molte persone.
  • Le stufe a legna possono essere utilizzate per bruciare pellet, un metodo relativamente pulito e semplificato per riscaldare la casa con la legna.
  • Sono disponibili in vari design che si adattano sia alle case moderne che agli ambienti tradizionali.

Una stufa a legna è adatta a voi?

Una stufa a legna è un'ottima scelta per chi vive in zone rurali. Se avete un acro o più di terreno, vi piace stare all'aria aperta e siete disposti a passare i fine settimana a tagliare alberi per farne legna da ardere, il passo successivo potrebbe essere l'installazione di una stufa a legna. La cosa più importante per qualsiasi apparecchio di riscaldamento è assicurarsi che sia la scelta giusta per voi e la vostra famiglia.

Se volete risparmiare sulle bollette del riscaldamento, una stufa a legna può fare al caso vostro. Anche se il costo iniziale dell'acquisto e dell'installazione può essere elevato, non ci vorrà molto prima che inizi a dare i suoi frutti in termini di risparmio rispetto ad altre forme di riscaldamento come il gas o l'elettricità.

I vantaggi sono che sono più economici di altre forme di riscaldamento e che la maggior parte dei modelli può raggiungere un'efficienza termica tra l'80-90%, se si acquista il modello giusto.

Gli svantaggi sono che richiedono una manutenzione regolare, come la pulizia dei depositi di cenere che si formano al loro interno. Inoltre, le stufe a legna hanno bisogno di più spazio in casa rispetto ad altre forme di riscaldamento.

Consigli per scegliere la stufa a legna più adatta alle vostre esigenze

  • Decidete se volete una stufa a legna o un inserto. Una stufa a legna standard può essere collocata in qualsiasi punto della casa, mentre gli inserti sono realizzati per essere inseriti in caminetti già esistenti e richiedono maggiori lavori di installazione. Un inserto è anche meno costoso di un'unità costruita su misura per chi non ha un camino proprio.
  • Alcuni fattori che influenzano il prezzo di una stufa a legna sono le dimensioni, il tipo di metallo (acciaio o ghisa) e la presenza o meno dell'accensione elettronica.
  • Il modo migliore per sapere cosa si può tagliare è fare una ricerca presso il fornitore locale di legna da ardere. Dovrebbero essere in grado di dirvi quali legni bruciano bene in un determinato modello. Se non lo sanno o se non hanno le informazioni necessarie, chiamate il produttore della stufa.
  • Non bruciate legna trattata a pressione nella vostra stufa perché contiene sostanze chimiche che possono fuoriuscire in casa ed essere pericolose per l'uomo. Il legname trattato a pressione è solitamente di colore verde scuro e può riportare la dicitura "trattato", "protetto" o "KX" da qualche parte sul perno.
  • Le stufe a legna non dovrebbero mai essere utilizzate come sistema di riscaldamento centralizzato nelle abitazioni perché non sono progettate per questo scopo e si rompono facilmente. Se volete usare la vostra stufa come riscaldamento supplementare, assicuratevi innanzitutto che sia abbastanza grande da poter gestire il lavoro. Inoltre, deve essere adeguatamente ventilata e posizionata in modo da poter fornire la quantità di calore desiderata.
  • Anche se una stufa a legna viene utilizzata come riscaldamento supplementare, ha bisogno di una ventilazione adeguata per evitare l'avvelenamento da monossido di carbonio all'interno dell'abitazione. Tutte le stufe a legna hanno almeno una o due piccole finestre sul pannello frontale per fornire l'aria necessaria alla combustione completa.
  • Le stufe a legna sono un modo efficiente per riscaldare la casa, ma possono anche essere costose se non si fa attenzione al tipo di legna che si brucia e alla frequenza di utilizzo. Quanto più frequentemente una stufa funziona o quanto più a lungo viene utilizzata ogni giorno, tanto più alte saranno le bollette.
  • Se state confrontando diversi tipi di stufe a legna, ricordate che le stufe a pellet sono di solito più costose di altri modelli per l'acquisto e il funzionamento, perché richiedono l'uso di pellet speciali fatti di segatura o pezzi compressi di corteccia. Inoltre, necessitano di una canalizzazione dell'aria speciale, da installare in casa, per uno sfiato corretto verso l'aria esterna.

Stufe a legna che vale la pena considerare

Una stufa piccola e portatile che può essere portata da un posto all'altro e montata facilmente.

La stufa a legna portatile Camplux: una buona opzione per cucinare in casa o all'aperto. Non ha gambe ed è realizzata in acciaio verniciato a polvere con vernice nera per non arrugginire nel tempo. Le due gambe anteriori sono posizionate all'esterno della stufa e possono essere montate su qualsiasi superficie verticale.

Una stufa a legna integrata in una casa di legno, come questa in Ontario, Canada. Questo tipo di design potrebbe andare bene per alcune persone che desiderano una versione interna senza dover acquistare un'altra unità o pagare qualcun altro per costruire qualcosa di nuovo.

Protezione dell'ambiente

Le stufe a legna sono ecologiche perché bruciano risorse rinnovabili. Non utilizzano elettricità o combustibili fossili e le loro emissioni contengono pochissimi contaminanti.

Una delle risorse più comunemente utilizzate per le stufe a legna sono gli scarti delle segherie. Inoltre, molte persone utilizzano come fonte di combustibile gli alberi che rimuovono nella propria proprietà.

Sebbene alcuni possano pensare che bruciare più alberi contribuisca alla deforestazione e alla riduzione delle riserve forestali, questo non è il caso delle stufe a legna.

Consigli di sicurezza per le stufe a legna

Mantenere il sistema di riscaldamento della casa in buone condizioni di funzionamento. Un caminetto deve essere usato regolarmente per mantenere la pulizia e il corretto funzionamento del camino, della serranda, del focolare, della canna fumaria o dell'uscita del tubo della stufa.

  • Il modo migliore per prevenire gli incendi è tenere il focolare libero da materiali combustibili come tappeti, mobili e altri oggetti.
  • Mantenere sempre libera l'area intorno alla stufa a legna quando è in funzione. Tenere i bambini lontani dall'area del focolare utilizzando un cancello robusto o un chiavistello per evitare tragici incidenti.
  • Le stufe a legna emettono monossido di carbonio, che può essere letale se non individuato: fate installare una ventola di scarico, una canna fumaria o un camino per migliorare la circolazione dell'aria dalla stufa.
  • L'ideale sarebbe collocare la stufa a legna in un'area aperta della casa, con una ventilazione adeguata e senza ostacoli. Prima di accendere il fuoco, assicuratevi che nella stanza entri molta aria fresca!
  • Non lasciare mai i bambini incustoditi vicino ai fornelli.
  • Assicurarsi che la stufa a legna sia pulita e asciutta prima di riporla durante i mesi invernali o i periodi di inutilizzo per evitare la ruggine, i danni all'acqua o il rischio di incendio dovuto all'accumulo di creosoto.

Domande frequenti

Una stufa a legna fa risparmiare?

Sì, può farvi risparmiare fino al 75% sui costi di riscaldamento attuali. Con l'aumento del costo dell'energia e i prezzi del carburante che continuano a salire ogni anno, il possesso di una stufa a legna sta diventando più popolare che mai. Se state cercando un modo efficiente per riscaldare la vostra casa o per integrare il riscaldamento esistente, possedere una stufa a legna è un modo conveniente per riscaldarsi.

Quanto costa una stufa a legna?

Le stufe a legna possono essere acquistate nei negozi locali o online per circa 200-800 euro, a seconda delle dimensioni e del tipo di stufa scelta. Ad esempio, le stufe più piccole possono costare circa 200-500 euro, mentre quelle più grandi, realizzate in ghisa e dotate di un sistema di ventilazione per far circolare l'aria calda in tutta la casa, possono variare da 700-800 euro.

Quanto costa far funzionare una stufa a legna?

L'importo che si spende ogni mese per il riscaldamento della casa dipende in gran parte dalle dimensioni della stufa a legna, dalla frequenza di utilizzo e dalla presenza o meno di una canna fumaria. In generale, se la maggior parte delle stufe costa tra i 200 e gli 800 euro per l'acquisto nuovo, si ripaga in poco tempo, dato che i costi di riscaldamento possono variare da 400 a 600 euro al mese durante i mesi invernali.

Ogni quanto tempo bisogna cambiare il filtro di una stufa a legna?

La maggior parte delle persone ha bisogno di sostituire il filtro solo una volta ogni pochi mesi o poco più. Se il fumo esce dal camino con un cattivo odore, significa che è necessario pulire e sostituire il filtro più frequentemente. Il momento migliore per sostituire il filtro è dopo aver acceso il fuoco e dopo che si è raffreddato.

Come si pulisce una stufa a legna?

Una volta che la stufa a legna si è raffreddata, togliete la cenere con una pinza o anche con un vecchio barattolo del caffè e gettatela in un secchio di metallo che potrà essere pulito facilmente in seguito. Se la stufa ha uno sportello di vetro, si consiglia di pulirlo con acqua e sapone dopo aver gettato la cenere. Per pulire le fessure, utilizzate un vecchio spazzolino da denti per raggiungere i punti più stretti, che non saranno più raggiungibili una volta ricominciata la stagione della legna.

Come si effettua la manutenzione di una stufa a legna?

Se avete una stufa a legna tradizionale in ghisa o in acciaio, è sufficiente pulire l'esterno con acqua e sapone. Si consiglia inoltre di riverniciare le aree che si stanno scheggiando, per dare un aspetto più pulito alla casa e per proteggerla dalla ruggine. Infine, assicuratevi di tenere pulite tutte le bocchette di ventilazione, in modo che l'aria possa circolare correttamente.

Le stufe a legna sono sicure?

Sì, sono assolutamente sicure se si seguono tutte le istruzioni per il funzionamento e l'installazione fornite dal produttore della stufa. Se si prevede di utilizzarla in ambienti chiusi, assicurarsi sempre di acquistare una stufa classificata UL e testata per la sicurezza. Se la stufa a legna è dotata di uno sportello in vetro, assicurarsi di tenerlo pulito dalla cenere e da altri residui che possono costituire un rischio di incendio se lasciati incustoditi.

Tutte le stufe hanno bisogno di elettricità?

La maggior parte degli apparecchi più recenti è dotata di una presa elettrica, ma la presenza di questa vi darà la possibilità di collegare una ventola se necessario. Se la stufa non è dotata di elettricità, può comunque essere utilizzata senza problemi, purché non vi siano detriti incastrati nel sistema di sfiato o nella canna fumaria che potrebbero causare la fuoriuscita di pericolosi gas di monossido di carbonio nell'abitazione.

Quanta legna devo bruciare in una stufa a legna?

Dipende dalle dimensioni della vostra casa e dal tipo di legna che state bruciando. Una stanza di dimensioni medie per una persona avrà bisogno di circa mezzo cordone, che equivale a due rick o otto cordoni di faccia, mentre le stanze più grandi, come i salotti che possono ospitare più persone, possono richiederne di più.

Quanto costa riempire una stufa a legna?

Rispetto ad altri tipi di sistemi di riscaldamento, si può prevedere una spesa di circa 100-150 euro per una quantità di legna sufficiente per l'intera stagione, ma ne vale la pena considerando che le bollette energetiche saranno inferiori di almeno il 50% rispetto a prima.

Cos'è una stufa a legna efficiente?

Le stufe più efficienti dal punto di vista energetico sono quelle con camere di combustione separate in cui la legna brucia all'interno e l'aria calda sale attraverso un condotto metallico per essere fatta circolare in tutta la casa. La maggior parte dei modelli moderni è stata progettata in questo modo, in modo da ottenere il massimo calore da ogni ceppo bruciato.

Quali tipi di legna è bene bruciare in una stufa?

Dipende dalle vostre preferenze personali e da ciò che avete a disposizione sul posto, ma alcune scelte popolari per la combustione sono la quercia, l'acero, il frassino, il ciliegio o anche il noce, se ben stagionato, poiché questi tipi di legno emettono il massimo calore durante la combustione.

Per quanto tempo posso bruciare la legna nella mia stufa?

Si consiglia di non lasciare che il fuoco si spenga durante la notte, poiché potrebbe causare l'accumulo di creosoto, con conseguenti condizioni più pericolose all'interno del sistema del camino. Se si prevede di assentarsi per qualche giorno o anche solo di spegnere la stufa per andare in vacanza, prima di spegnerla si può riempire il focolare con carta di giornale e cippato, in modo da mantenere il fuoco acceso abbastanza a lungo da spegnere tutto.

Conclusione

Le stufe a legna sono sicuramente un'opzione da prendere in considerazione quando si tratta di risparmiare. Assicuratevi solo di prendere il tempo necessario per ricercare adeguatamente le opzioni prima di effettuare l'acquisto! Se questo argomento vi interessa, date un'occhiata al nostro post sul costo delle stufe a legna rispetto ai costi di installazione. Ci auguriamo che vi sia piaciuta la lettura del risparmio o meno!