Stufe a legna

Quanta cenere lasciare in una stufa a legna?

Le stufe a legna sono un ottimo modo per stare al caldo in inverno. L'unico inconveniente è che possono essere disordinate e sporche se la cenere non viene smaltita correttamente. Se non sapete quanta cenere deve rimanere sulla vostra stufa, questo articolo vi aiuterà! Vi spiegheremo cosa fare con la cenere durante le pulizie, ogni quanto tempo pulire la stufa e, soprattutto, quanta cenere deve rimanere in ogni momento.

Le stufe a legna possono essere un ottimo modo per stare al caldo e risparmiare sulla bolletta del riscaldamento, ma la manutenzione necessaria per mantenerne in funzione una non è adatta a tutti. Una domanda che molti si pongono quando acquistano la loro prima stufa è quanta cenere deve rimanere nella stufa dopo il suo utilizzo. La risposta dipende dal tipo di legna che si utilizza, quindi parleremo dei diversi tipi di legna e della quantità di cenere che deve rimanere nella stufa al termine del tempo di combustione di ciascun tipo.

Quanta cenere lasciare in una stufa a legna?

C'è molto dibattito sulla risposta corretta a questa domanda. Alcuni sostengono che dovrebbe essere il meno possibile, altri sottolineano che è necessario lasciare un po' di cenere per evitare che la stufa si surriscaldi e si bruci. Come per tutti gli apparecchi a legna, per ottenere risultati ottimali è necessario tenere d'occhio l'indicatore di temperatura della canna fumaria durante il funzionamento dell'apparecchio.

Una buona regola è lasciare circa un centimetro sul fondo del focolare e ricordare che la cenere di legna ha molti usi se si sa come utilizzarla.

Trascorso questo periodo di tempo, ricontrollate la stufa e assicuratevi che non ci sia un accumulo di carbone sui vetri o sui lati della porta, che può essere causato dalla combustione di foglie bagnate, aghi di pino, ecc. In tal caso, pulire con acqua e sapone (mai con lana d'acciaio) prima di riaccendere. Una volta soddisfatti, lasciate raffreddare le ceneri per un'altra ora prima di smaltirle all'esterno in un contenitore non combustibile, come un vecchio secchio foderato con un sacchetto di plastica resistente, nel caso in cui si verifichino perdite attraverso i fori praticati sulla base. Indossare sempre indumenti protettivi quando si maneggia la cenere calda.

La cosa migliore da fare è mettere la cenere in un vecchio sacco della spazzatura e lasciarla all'aperto per qualche giorno finché il calore non si è dissipato, quindi portarla al centro di riciclaggio insieme agli altri rifiuti riciclabili – non gettare mai la cenere calda negli scarichi!

Ogni quanto tempo rimuovere la cenere da una stufa a legna?

La cenere che rimane nella stufa deve essere rimossa una volta al giorno e dopo ogni due fuochi. In questo modo si assicura che ci sia spazio sufficiente per altra legna da ardere e che la stufa a legna funzioni senza problemi. Se si lascia troppa cenere, l'aria comincia a bloccare l'accesso alla camera di combustione, il che potrebbe causare una situazione di pericolo per chiunque si trovi nelle vicinanze se cerca di accendere un altro fuoco mentre ciò accade.

Si può lasciare la cenere sul fornello?

Una cosa da evitare è lasciare la cenere nel camino o nel forno a legna durante la notte. Se non c'è spazio per altra legna, la cenere può essere lasciata, ma solo se prima si è raffreddata completamente. Se doveste usare un attizzatoio di metallo sulle braci calde, assicuratevi di non raschiare troppo in profondità la cenere perché potrebbe bucarla e causare un'esplosione che potrebbe danneggiare seriamente voi stessi o chiunque si trovi nelle vicinanze! *Aspettate sempre che la stufa si raffreddi completamente prima di eliminare la cenere in eccesso.

Quando si rimuove la cenere, è meglio non usare una pala metallica perché potrebbe graffiare la stufa. Utilizzate invece un vecchio straccio o qualcosa di simile che non danneggi il materiale del forno a legna. *Fare attenzione quando si rimuovono le braci calde dall'interno dell'apparecchio.

Assicuratevi di indossare sempre guanti e occhiali di sicurezza quando svuotate la cenere della vostra stufa. *Rimuovere con cautela la cenere se è ancora calda.

Raccomandazione dell'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente

L'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente (EPA) raccomanda di lasciare almeno 0,25 pollici di cenere nella stufa per ogni 75 minuti di utilizzo, ma suggerisce anche di provare diversi livelli per vedere quale funziona meglio per le vostre stufe e caminetti. L'EPA fa notare che una quantità eccessiva di cenere può causare una diminuzione del calore o dell'ossigeno di combustione, con conseguente spreco di energia e con il rischio di accumulo di creosoto nel tempo.

Consigli di sicurezza per le stufe a legna

  • La prima cosa da considerare quando si brucia legna su una stufa è la sicurezza. È importante assicurarsi di utilizzare il tipo di combustibile appropriato per l'apparecchio e di bruciare solo legna asciutta, senza corteccia o foglie, che possono bruciare invece di bruciare completamente. Prestate attenzione alla durata della combustione dei ceppi;
  • se sembra che non stiano bruciando completamente, probabilmente non arriva abbastanza aria nella camera di combustione (la parte in cui avviene l'accensione vera e propria).
  • Controllate questo aspetto prima di aggiungere altra legna per non sovraccaricare il camino o la stufa. Inoltre, fate attenzione a non lasciare troppa cenere incombusta all'interno, perché l'intasamento dei canali di ventilazione potrebbe causare l'accumulo di fumo e un possibile incendio del camino.
  • Se avete domande su come utilizzare la vostra stufa in modo sicuro, consultate le istruzioni del produttore o fate una ricerca online per ottenere maggiori informazioni se non sono prontamente disponibili. Se il prodotto non è corredato di documentazione e/o non si trovano consigli utili da parte di altri utenti di quel marchio su forum o siti web, potrebbe essere il momento di investire in un nuovo modello.

Domande frequenti

Quanta cenere lasciare in una stufa a legna?

Dipende dal tipo di legna che si utilizza e dalla frequenza di pulizia delle stufe. L'importante è che tutti i fuochi siano lasciati bruciare completamente prima di rimuovere qualsiasi residuo solido dall'interno del focolare! Lasciare troppo combustibile incombusto può causare problemi di accumulo di creosoto, che potrebbero causare incendi nel camino. Per alcuni tipi di ceppi, come quelli di quercia o di altri legni duri, è consigliabile non aggiungere più di tre centimetri di nuovo combustibile prima che siano trascorse cinque ore dall'accensione. Alcuni tronchi, come quelli di pino o di conifere, possono essere bruciati più rapidamente. Per questi tipi di combustibili, non si dovrebbero aggiungere più di cinque centimetri di nuovo combustibile prima di rimuovere la cenere.

Come si pulisce il cassetto della cenere?

Il modo migliore per pulire la stufa è usare un attizzatoio e dei guanti resistenti al calore (che di solito vengono venduti insieme alle stufe). Per prima cosa, usare l'attizzatoio per spingere tutti i pezzi rimasti in un angolo, in modo che non sia troppo profondo per facilitare la pulizia. Quindi, se necessario, utilizzate le pinze per rimuovere i pezzi più grandi che possono ancora rimanere sul fondo del caminetto! Usate un po' di carta di giornale sotto la mano che sta raccogliendo i pezzi, perché le braci calde voleranno verso l'alto quando le sposterete e vi bruceranno le dita!

E se non riesco a pulire la stufa?

Se non si riesce a raggiungere il cassetto della cenere con un attizzatoio, carta, pinze, ecc. è consigliabile non aggiungere altro combustibile prima che siano trascorse cinque ore dall'accensione. In questo modo la maggior parte delle braci si spegnerà prima di rischiare di innescare un altro incendio o di provocare danni in altri punti della stanza (ad esempio sui mobili). Quando si rimuovono grandi quantità di cenere dall'interno del focolare, indossare sempre guanti resistenti al calore e tenere lontani i bambini se non sotto la supervisione di un adulto! Non utilizzare mai l'acqua per spegnere i fuochi delle stufe a legna, perché potrebbe causare ruggine o altre forme di corrosione irreversibili.

Come posso evitare che la cenere interferisca con le prestazioni della mia stufa a legna?

La cenere ha un triplice impatto sulle stufe: è antiestetica, riduce l'efficienza di funzionamento dell'apparecchio e rende più difficile la pulizia. Per evitare che ciò accada, è necessario pulire regolarmente tutti i pezzi più grandi all'interno del focolare, spazzare i piccoli pezzi che fuoriescono in altre parti della stanza (anche sotto i mobili) e utilizzare solo combustibile secco per garantire che non cada prima di essere bruciato! Se si seguono questi semplici accorgimenti, la maggior parte delle persone scoprirà di non doversi nemmeno preoccupare di rimuovere la cenere dopo ogni ciclo di combustione! Ma se volete fare un ulteriore passo avanti, assicurandovi che non ne rimanga traccia, potete acquistare un aspiracenere per ottenere questo risultato.

Come si usano i comandi dell'aria secondaria di una stufa a legna?

La maggior parte delle stufe moderne è dotata di una forma di controllo dell'aria secondaria, che consente di determinare la quantità di ossigeno che si mescola al combustibile all'interno del focolare prima che venga bruciato! Questo aiuta l'apparecchio a funzionare in modo più efficiente e riduce anche la quantità di creosoto che si forma nel camino (e sul suo rivestimento)! Diversi tipi di fuoco richiedono livelli diversi di flusso d'aria, ma per la maggior parte dei pellet o dei legni teneri, interrompere del tutto l'alimentazione aiuterà a prevenire l'uscita di fumo nella stanza, consentendo al contempo alle braci calde di bruciare senza causare danni in altri punti della stufa!

Come si accende una stufa a legna?

Esistono diversi metodi collaudati per accendere l'apparecchio, ma uno dei più semplici consiste nell'utilizzare un vecchio giornale. La cosa migliore da fare è posizionare dei bastoncini di legna sul fondo del focolare (spesso si possono acquistare presso i negozi di ferramenta) e poi accartocciare della carta in palline che si adattino all'interno prima di posizionarle sopra. Una volta fatto questo, è sufficiente dare fuoco con un fiammifero o un accendino e, se necessario, utilizzare un altro pezzo di carta piegata come accendino vicino alla parte anteriore! Se non si accende subito, provate a soffiarci sopra delicatamente fino alla comparsa di braci prima di aggiungere altro combustibile per aumentarne l'intensità.

Cosa devo sapere sulle stufe a legna?

Anche se spesso si pensa che siano pericolose, la maggior parte degli apparecchi moderni è stata progettata tenendo conto della sicurezza antincendio. Sono inoltre dotati di alimentatori d'aria per un'efficienza ottimale e per l'aspirazione dei fumi, e possono essere utilizzati anche in ambienti chiusi senza alcun rischio reale di danni se si seguono attentamente le istruzioni del produttore! Se decidete di procedere, assicuratevi che la stanza sia ben ventilata (ad esempio aprendo una finestra) e controllate che non vi siano oggetti come rotoli di carta igienica o pile di vestiti che altrimenti potrebbero prendere fuoco! E non dimenticatevi del cassetto della cenere, perché anche questo elemento è importante… È buona norma non aggiungere altro combustibile finché quello vecchio non è bruciato, ma se dovete rimuovere la cenere dal focolare, assicuratevi che sia completamente spento prima di rimuovere qualsiasi altra cosa.

Posso installare una stufa a legna nella mia casa mobile?

È possibile collocare le stufe all'interno della maggior parte delle case, ma solo alcuni tipi sono adatti all'installazione nelle proprietà mobili! L'aspetto migliore di questi apparecchi è che possono essere utilizzati ovunque, senza interrompere le forniture di elettricità o le linee del gas eventualmente già esistenti! Molti modelli vengono forniti con i propri accessori, per cui non è necessario fare altro che praticare dei fori di aerazione sul retro e sui lati (da controllare almeno due volte l'anno) e rimuovere eventuali detriti da sotto prima di mettere in funzione l'apparecchio.

Qual è la stufa a legna più efficiente?

Il modello più efficiente attualmente sul mercato è la serie Crown dell'American Cast Iron Stove Company. Non solo ha una struttura molto robusta con pareti molto spesse per una migliore ritenzione del calore, ma anche un'impressionante potenza di 35kW, il che significa che anche le case più grandi possono beneficiare del suo calore! Questo tipo particolare è disponibile in diverse dimensioni e colori, per cui è possibile trovarne uno che si adatti a qualsiasi arredamento o schema di colori già presente. Sicuramente farà un'enorme differenza per quanto riguarda la sensazione di calore all'interno dell'abitazione durante i periodi di freddo, oltre a farvi risparmiare ogni anno rispetto ad altre opzioni!

Conclusione

Se state cercando di sostituire la vostra vecchia stufa, non c'è momento migliore del presente! Le stufe a legna stanno diventando sempre più popolari grazie ai loro vantaggi. Offrono un'alternativa più economica ai sistemi di riscaldamento a gas o a gasolio e danno anche la possibilità ai proprietari di casa di utilizzare fonti di energia rinnovabili che non danneggiano in alcun modo l'ambiente. Non c'è niente di meglio che svegliarsi in una fredda mattina d'inverno con la casa calda e profumata di fumo di legna, sapendo di aver usato la natura stessa come combustibile. Non c'è niente di più ecologico e semplice di questo!