Stufe a legna

Perché la vostra nuova stufa a legna puzza?

La maggior parte delle persone ha sperimentato di tanto in tanto un nuovo odore: quello di un'auto nuova, di un nuovo mobile o persino di una stanza appena dipinta. Ma cosa succede quando si acquista una stufa a legna nuova di zecca? I primi giorni è spesso accompagnata da un odore sgradevole. Questo articolo spiega perché la stufa a legna nuova emette un odore e come si può contribuire a eliminarlo.

Appena ricevuta la nuova stufa a legna, ci si accorge che ha un odore di fumo. Che cosa significa? La stufa non funziona correttamente? È un problema comune alle stufe nuove e ci sono alcune semplici soluzioni per risolverlo!

Perché la nuova stufa a legna puzza?

È possibile che la vostra nuova stufa a legna presenti una serie di odori di cui non dovete preoccuparvi. Ci sono molte ragioni per cui un apparecchio può avere odori chimici e non significa che il prodotto sia difettoso. Di seguito vengono spiegate alcune possibili cause di questo fenomeno:

Gli elettrodomestici nuovi possono spesso emettere fumi o odori quando escono dall'imballaggio, soprattutto se nel processo di produzione sono state coinvolte materie plastiche.

Ci vuole tempo perché questi odori si disperdano dopo essere stati esposti all'aria. Se vivete in un'area molto umida, questo odore potrebbe richiedere ancora più tempo del normale prima di scomparire completamente da tutte le superfici.

A volte alcuni oli, come l'olio d'oliva o l'olio minerale, vengono utilizzati durante la produzione e lasciano il loro odore.

L'olio potrebbe essere stato utilizzato per rivestire alcune parti della stufa a legna per prevenire la ruggine. Alla fine si brucia, ma nel frattempo potrebbe lasciare un odore. Provate a bruciare incenso o candele profumate in questo periodo se vi infastidisce che questi odori persistano nonostante le normali operazioni di pulizia.

Se gli odori persistono a lungo dopo aver ricevuto il nuovo elettrodomestico, chiamate il servizio clienti e chiedete informazioni sulle opzioni di sostituzione. È possibile che ci sia stato un problema di produzione in fabbrica, che nel frattempo è stato risolto, per cui possono inviare subito un'altra unità invece di aspettare che la vostra venga restituita. Se si ottiene una risposta di questo tipo, allora bisogna assolutamente sbarazzarsi del prodotto, perché potrebbe essere pericoloso per la salute se le sostanze chimiche non sono corrette.

È anche possibile che non ci fosse alcun odore e che si trattasse solo dell'odore che si sente quando si acquista un prodotto per la prima volta. Provate ad aspettare circa un'ora dopo aver tolto tutto dall'imballaggio prima di usare o spostare qualcosa all'interno. In questo modo, gli oli derivanti dai processi di produzione possono asciugarsi naturalmente invece di bruciarsi, perché in questo lasso di tempo sono già stati riscaldati una volta durante la spedizione dalla fabbrica, il che dovrebbe bruciare la maggior parte di questi odori, soprattutto se il calore è stato coinvolto nel trasporto su lunghe distanze tramite i servizi di autotrasporto.

Se si desidera un intervento immediato, è bene rivolgersi al servizio clienti, che può predisporre subito un'unità sostitutiva se ritiene che ci sia qualcosa che non va nella stufa a legna. Può darsi che ci sia stato un problema durante la produzione o che l'odore sia quello che si sente normalmente quando si riceve l'unità, quindi parlare con loro dovrebbe fornire maggiori informazioni su quali sono le loro politiche di invio di nuove unità in caso di difetti e su quanto tempo i clienti di solito devono aspettare prima che gli elettrodomestici vengano sostituiti da loro.

Se non c'è altro, provate almeno a bruciare delle candele profumate mentre aspettate che questi odori si dissipino completamente, perché questo vi porterà via pochissimo tempo, ma vi aiuterà a distrarvi da eventuali odori che gli altri potrebbero non notare, a meno che non li stiano cercando attivamente, perché il profumo stesso sovrasterebbe tutti gli altri sensi. Se qualcuno ha un naso particolarmente sensibile, può provare a cercare deodoranti per ambienti in grado di eliminare gli odori, come gli oli profumati o il profumo stesso, che potrebbero aiutarlo enormemente in questo periodo, se diventa impossibile da ignorare.

Potrebbe anche essere una buona idea fare delle ricerche online e guardare dei video su quanto siano potenti certi tipi di candele per eliminare gli odori in generale, in modo da sapere cosa aspettarsi quando le si usa dopo la consegna dell'unità. Non si vuole andare in qualcosa di completamente cieco sperando nel meglio, perché ci possono sempre essere scenari peggiori in cui queste cose non hanno fatto nulla anche se avrebbero dovuto essere in grado di pulire tutto facilmente secondo le recensioni di altre persone che hanno acquistato prodotti simili prima di te.

Quanto dura l'odore di una nuova stufa a legna?

Le stufe a legna nuove puzzano per diversi motivi. Uno di questi è che i materiali della nuova stufa sono ancora in fase di stagionatura e/o di essiccazione, il che comporta il rilascio di alcuni composti organici volatili (VOC) nell'ambiente domestico quando evaporano. Un'altra possibile fonte potrebbe essere la combustione di rifiuti o di altri rifiuti nel camino o nella canna fumaria prima di utilizzarlo per bruciare combustibili solidi come la legna da ardere.

La terza causa dei cattivi odori può derivare dalla legna da ardere non stagionata. I ceppi non stagionati possono rilasciare fumi contenenti alti livelli di COV se bruciati all'interno di abitazioni con sistemi di riscaldamento a tenuta d'aria, perché non c'è abbastanza ossigeno disponibile per una combustione completa. Infine, è possibile che alcune persone abbiano una reazione allergica o una sensibilità al fumo, alla fuliggine, alla cenere e ad altri sottoprodotti della combustione prodotti quando si brucia legna da ardere.

Questo perché le stufe a legna sono essenzialmente grandi caminetti aperti con un inserto al posto del focolare tradizionale. Se notate che la vostra nuova stufa produce ancora odori dopo essere stata utilizzata più volte in condizioni climatiche diverse, molti consigliano di lasciare la porta leggermente aperta durante la notte o almeno fino a quando non si forma condensa all'interno nelle mattine fredde: questo dovrebbe aiutare ad asciugare l'umidità che potrebbe essere intrappolata all'interno dell'unità e che potrebbe causare cattivi odori più avanti nel tempo!

Un'altra opzione da provare se notate odori eccessivi provenienti dal vostro nuovo apparecchio di riscaldamento domestico è quella di bruciare legni duri stagionati come quercia, acero, faggio e betulla. Questi legni bruciano in modo più caldo rispetto ai legni teneri come il pino e l'abete, producendo meno fumo quando vengono bruciati: ciò contribuirà a ridurre gli odori che possono ancora esistere!

La maggior parte delle nuove stufe a legna non dovrebbe richiedere molto di più di una pulizia occasionale della finestra di vetro per rimuovere l'accumulo di fuliggine, ma per coloro che hanno camini o caminetti esistenti all'interno della casa, è possibile che anche queste aree possano contribuire ai cattivi odori proprio come fa una stufa a legna! Lasciare la porta aperta durante la notte dovrebbe fare miracoli nel ridurre i livelli di umidità in eccesso all'interno dell'unità stessa, ma se notate forti odori di bruciato ogni volta che utilizzate il vostro caminetto, prendete in considerazione l'adozione di alcune misure aggiuntive prima di utilizzarlo di nuovo. Per cominciare, provate ad aspettare che il fuoco si sia spento completamente prima di rimettere lo schermo davanti al camino per ridurre l'accumulo di fumo o fuliggine.

Un'altra cosa da fare è assicurarsi che la canna fumaria del camino non sia chiusa quando si accende un nuovo fuoco: ciò consente un maggiore flusso d'aria che aiuta a bruciare rapidamente le tossine e gli odori! Un'altra possibile causa, già menzionata, potrebbe essere dovuta ai materiali utilizzati per le pareti interne, il pavimento e il soffitto. Se si bruciano pellet di legno invece di tronchi, si può considerare l'uso del bicarbonato di sodio naturale come efficace eliminatore di odori, lasciando alcuni contenitori aperti in diverse parti della casa che sono state colpite più spesso da cattivi odori causati da grandi elettrodomestici come stufe, asciugatrici, forni, ecc… Questo dovrebbe aiutare ad assorbire gli odori in eccesso prima che possano diffondersi nella casa e non lascerà alcun residuo o retrogusto come altri prodotti chimici.

Requisiti dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente per le stufe a legna

L'EPA ha stabilito degli standard di emissione per proteggere l'ambiente. Le seguenti sono esenzioni per le stufe nuove:

  • Dispositivi di riscaldamento residenziali utilizzati esclusivamente in abitazioni mono o bifamiliari, comprese le case fabbricate, se consentito da leggi statali o locali.
  • Caminetti portatili classificati in base al 40 CFR parte 60 sottoparte T *.
  • Gli apparecchi a gas sono anche elencati come prodotti per l'aria pulita ai sensi della sezione 59A del Clean Air Act (CAA). Tra questi rientrano gli inserti per caminetti a gas e le griglie da esterno con connessioni dedicate alle condutture del gas naturale. Per sapere se questi tipi di apparecchi sono stati certificati, basta controllare il manuale di istruzioni dell'apparecchio, contattare direttamente il produttore o consultare il database dei prodotti online di Energy Star. In linea di massima, se si dispone di una stufa o di un caminetto a gas che è stato certificato dall'EPA come "aria pulita", la stufa a legna dovrebbe essere accettabile.
  • Ma se possedete un vecchio modello di stufa a legna, ci sono altre opzioni per proteggerla dai depositi di sporco e grasso che possono causare la formazione di fuliggine:
  • I produttori di solito raccomandano di pulire i loro apparecchi prima del primo utilizzo.
  • Se avete problemi di accumulo di cenere su base regolare, acquistate una spazzola metallica economica progettata appositamente per questo scopo, che vi aiuterà a mantenere pulito il vetro durante il funzionamento.
  • Utilizzate solo legna secca stagionata invece di tronchi umidi o legname verde, poiché questi tendono a creare un eccesso di residui che con il tempo portano a un accumulo eccessivo all'interno dell'apparecchio, soprattutto se bruciati senza un'adeguata ventilazione.

Suggerimenti per la sicurezza

  • Controllare che il camino e le canne fumarie non siano ostruite. Se ne notate qualcuna, eliminatela al più presto per evitare il rischio di incendio.
  • Se la stufa a legna è stata installata di recente, dopo averla installata in casa, pulite l'interno dalla polvere con un vecchio panno o un aspirapolvere. In questo modo si eviterà che il monossido di carbonio si diffonda nell'ambiente in cui si vive se c'è una fessura sulla superficie della stufa, invece di risalire attraverso il tubo del camino a causa di un processo di combustione incompleto all'interno della stufa stessa. Se nulla di tutto questo funziona, allora prendete in considerazione l'idea di sbarazzarvi della stufa e di acquistarne una nuova di marca completamente diversa. Potrebbe essere estremamente pericoloso, dato che la maggior parte delle persone non controlla mai che le proprie stufe non presentino difetti prima di accenderle.
  • Non lasciate mai la stufa incustodita mentre siete fuori casa o state dormendo, soprattutto se ci sono bambini in giro che potrebbero giocarci e ustionarsi gravemente nel caso in cui scoppiasse un incendio a causa di qualche circostanza imprevista. Se l'uso di una stufa a legna durante il sonno è una necessità assoluta, allora continuate a controllare di tanto in tanto, guardando attraverso il tubo del camino, per assicurarvi che tutto sembri normale anche se fuori è buio, per non correre alcun rischio.
  • Non mettete mai rifiuti all'interno della vostra stufa a legna: carta, sacchetti di plastica, stoffa e persino legno non trattato possono provocare un incendio immediato se non fate attenzione.
  • Mantenete sempre pulita la vostra stufa spazzolando regolarmente con una spazzola la polvere o la cenere che si accumula sulla sua superficie, soprattutto intorno al bordo dove la fuliggine tende ad accumularsi rapidamente nel tempo. In questo modo si garantisce una distribuzione ottimale del calore per un migliore processo di riscaldamento e si evitano potenziali incendi che, in alcuni casi, potrebbero verificarsi a causa del surriscaldamento.
  • Non smontate mai il tubo del camino, perché è meglio lasciarlo fare a professionisti che hanno l'attrezzatura e il know-how necessari per questo tipo di lavoro. Inoltre, la maggior parte delle persone è troppo pigra quando si tratta di incaricare qualcuno di fare il lavoro sporco in modo corretto e finisce per pagarne le conseguenze a lungo termine, dovendo eliminare completamente la propria stufa a legna.

Domande frequenti sulle stufe a legna

Perché la mia stufa a legna puzza?

È possibile che sia stata utilizzata legna bagnata o non stagionata. Cercate di bruciare solo ceppi ben essiccati e stagionati, i migliori sono quelli di quercia e di frassino che emettono pochi odori durante la combustione. All'inizio, il nuovo apparecchio emetterà una certa quantità di fumo durante il primo utilizzo, ma questo dovrebbe scomparire dopo circa 15 minuti, una volta che si è creato un po' di calore all'interno dell'apparecchio stesso.

Quali sono i diversi tipi di stufe a legna?

Esiste un'ampia gamma di stufe a legna che si adattano a ogni casa e a ogni preferenza personale. Ce n'è per tutti i gusti, sia che il vostro apparecchio ideale abbia un aspetto tradizionale o uno stile più contemporaneo, sarete in grado di trovare quello perfetto che non solo è bello da vedere, ma fornisce anche un riscaldamento per tutto l'anno anche nelle condizioni più fredde. Ogni modello offre vantaggi unici che lo rendono preferibile a un altro prodotto, a seconda della frequenza di utilizzo e della collocazione all'interno della proprietà. Gli stili principali includono: stufe in ghisa (dall'aspetto tradizionale), stufe in lamiera d'acciaio (dal design moderno) e modelli multicombustibile (in grado di bruciare ceppi e combustibili senza fumo).

Qual è la differenza tra una stufa a legna e una stufa multicombustibile?

Le stufe multicombustibile sono in grado di utilizzare qualsiasi tipo di combustibile solido, compreso il petrolio, i combustibili senza fumo o i tronchi. Le stufe a legna possono utilizzare solo legna da ardere come fonte primaria, il che significa che se non si ha accesso a tronchi secchi stagionati, non saranno in grado di fornire riscaldamento tutto l'anno.

Conclusione

Se notate che la vostra stufa puzza, è probabile che non sia stagionata correttamente. Ci vuole tempo per stagionare una stufa a legna nuova, poiché la canna fumaria deve essere riscaldata a sufficienza per far bruciare tutti i residui di creosoto e resina al suo interno, in modo che non esca fumo quando si utilizza la stufa. In questo modo, potrete godere di un efficiente apparecchio di riscaldamento in casa vostra senza preoccuparvi di odori sgradevoli o fumi che si diffondono in altre parti della casa.