Stufe a legna

Perché la stufa a legna non si scalda?

Sono ore che bruciate legna e la stufa è appena tiepida. Cosa potrebbe essere successo? Se avete una canna fumaria, è possibile che non stia aspirando correttamente. In questo post vi mostreremo come verificare il corretto flusso d'aria della stufa e come correggere eventuali problemi installando una serranda o uno sportello a tenuta d'aria nel camino.

Le stufe a legna sono un ottimo modo per riscaldare la casa, ma a volte non si scaldano abbastanza. Se pensate che la vostra stufa non si riscaldi correttamente, i motivi potrebbero essere diversi. In questo articolo parleremo di come risolvere i problemi più comuni delle stufe a legna e dei motivi per cui potrebbero non scaldare come si vorrebbe.

Controllare la canna fumaria: potrebbe essere ostruita.

Se è ostruita, la canna fumaria non è in grado di trasportare il fumo e i fumi dalla stufa. Questo può causare il ritorno del fumo nella stanza, il che è molto pericoloso. La maggior parte dei camini viene ostruita da uccelli e animali come rettili, roditori o insetti. Se vivete in una zona in cui questo è un problema, è importante ispezionare regolarmente la canna fumaria per individuare eventuali segni di ostruzione. Potrebbe essere il momento di chiamare lo spazzacamino. Se utilizzate una stufa a camera stagna, controllate che la legna da ardere sia asciutta e ben stagionata: se è verde o umida, non riuscirete a ottenere abbastanza calore dalla legna!

Pulite la stufa e assicuratevi che ci sia abbastanza legna.

È importante che la legna all'interno della stufa sia sufficiente. Se è troppo piccola, si sta perdendo tempo a usare una stufa a legna perché non produrrà calore. Assicuratevi anche che la cenere non blocchi il flusso d'aria, in modo che le fiamme possano produrre molto calore e riscaldare la vostra casa.

Sapevate che una stufa a legna può riscaldare la vostra casa senza elettricità?

Se vi state chiedendo perché non produce calore, ecco alcune cose da considerare: avete pulito la stufa e vi siete assicurati che ci sia abbastanza legna? Avete anche controllato che la cenere non ostruisca il flusso d'aria in modo che le fiamme possano produrre molto calore per la vostra casa. Se tutto sembra a posto, magari provate a usare dei ciocchi di legna da ardere vicino alla griglia o all'interno di una catasta di legna già esistente per iniziare prima di aggiungere altri pezzi di legno duro.

In questo modo si otterranno risultati più immediati dal riscaldamento, invece di aspettare diverse ore per questo processo che potrebbe finire per essere troppo tardi, dato che le temperature si abbasseranno ulteriormente una volta scesa la notte. Auguriamo a tutti i nostri lettori una stagione invernale calda e accogliente.

Se avete una stufa a gas, controllate la fiamma pilota.

Se è spenta, è probabile che sia questo il motivo per cui la stufa non si scalda.

  • Se avete una stufa a gas, controllate la fiamma pilota! Se è spenta, è probabile che la stufa a legna non funzioni correttamente.
  • Riempire la stufa a legna con troppo o troppo poco combustibile è un'altra causa comune di mancanza di calore.
  • Se non si è utilizzata tutta la legna prima che si bagnasse, c'è anche una maggiore probabilità che questo sia la causa del problema.
  • Se la stufa è troppo lontana dall'abitazione, può anche creare una fonte di calore insufficiente.

Assicuratevi che la legna da ardere sia stata stagionata per almeno sei mesi.

I tronchi stagionati sono pieni di umidità e producono meno calore di quelli lasciati essiccare più a lungo. Se si brucia legna non stagionata, il fumo che produce è probabilmente più acre e irritante, oltre a ridurre del 30% l'efficienza del sistema di riscaldamento.

Quindi, se acquistate dei ciocchi di legna da bruciare nel vostro bruciatore a legna, assicuratevi che siano ben stagionati. Per verificarlo, picchiettate l'estremità di un ceppo: dovrebbe produrre un suono vuoto anziché un tonfo. Inoltre, fate attenzione alla legna da ardere che è stata essiccata in forno, perché non sempre è "stagionata" e potrebbe contenere ancora umidità che ne riduce le capacità di riscaldamento e causa problemi di fumo quando viene bruciata.

Non lasciate mai che qualcuno vi venda o vi dia legna non stagionata da bruciare: non ne vale la pena! Se un fornitore esterno dichiara che i suoi prodotti sono essiccati naturalmente, ma non soddisfano gli standard raccomandati, non acquistateli e provate a rivolgervi a un altro fornitore dove le esigenze dei clienti sono al primo posto.

Aggiungere uno sportello o un coperchio di vetro ermetico sulla parte superiore della stufa per evitare correnti d'aria e migliorare l'efficienza della stufa.

  • Mettere una coperta intorno e sotto la stufa a legna per mantenerla calda.
  • Coprite la stufa con una coperta resistente al fuoco per evitare danni.
  • Controllare che tutti gli sfiati e le canne fumarie siano aperti mentre si utilizza la stufa a legna.
  • Assicurarsi che intorno alla stufa a legna non ci sia nulla che ostruisca o limiti il flusso d'aria.

L'impianto di riscaldamento è pulito?

Mantenete pulito l'impianto di riscaldamento controllando periodicamente i filtri e le serpentine per verificare la presenza di sporco e detriti. In questo modo si evita l'accumulo di sporcizia nell'impianto di riscaldamento, che può ridurre l'efficienza del forno o della caldaia fino al 20%. Sono disponibili alcuni buoni strumenti che consentono di non dover salire su una scala per questo lavoro, ma assicuratevi di spegnere la corrente prima di iniziare.

Se possibile, utilizzate un ugello di soffiaggio del compressore d'aria a bassa pressione e ad alto volume per controllare le prese d'aria intorno ai forni, ai condizionatori e ai registri che potrebbero intasarsi facilmente perché sono vicini alle porte, dove le particelle di fumo si raccolgono rapidamente. Assicuratevi di non soffiare la polvere negli spazi abitativi, perché è fin troppo facile quando si usa l'aria compressa! Se non si riscontrano problemi nell'area del forno, spostarsi all'esterno dell'abitazione attraverso ogni coperchio di sfiato situato a livello del suolo. Rimuovete i coperchi delle bocchette e controllate che non vi siano ostruzioni che possano bloccare il flusso d'aria nell'abitazione.

È sempre una buona idea effettuare una pulizia annuale dei condotti dell'impianto di riscaldamento da parte di un professionista e controllare anche tutti i filtri dell'abitazione! Questo è anche un ottimo momento per ispezionare le bocchette o i registri intorno alle porte, dove le particelle di fumo si raccolgono rapidamente. Se si trova qualcosa di più di qualche piccolo accumulo di lanugine sul filtro del forno, è necessario sostituirlo immediatamente, perché può causare problemi a lungo termine, soprattutto se in casa vivono animali domestici!

Un forno sporco non riscalda in modo efficiente, quindi assicuratevi che tutto funzioni senza intoppi, indipendentemente dall'età dei vostri impianti, sottoponendoli a una pulizia professionale ogni tre anni, che vi aiuterà a evitare costose riparazioni in futuro.

Agenzia per la protezione dell'ambiente

Negli ultimi anni l'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente (EPA) ha dato un giro di vite alle stufe a legna, per una serie di motivi ambientali. Il fumo di legna è considerato uno degli inquinanti atmosferici più pericolosi perché quando si brucia legna in casa, le particelle del fumo entrano nei polmoni e nel flusso sanguigno. Queste particelle possono causare o peggiorare malattie respiratorie come l'asma e la bronchite.

Se si accumulano quotidianamente nell'organismo, aumentano anche il rischio di cancro ai polmoni. Inoltre, queste piccole particelle possono entrare nei nostri corsi d'acqua attraverso il deflusso delle acque piovane e danneggiare la vita acquatica soffocando le uova dei pesci e ostruendo le branchie, causando problemi più gravi a valle, come zone morte in cui non c'è abbastanza ossigeno per i pesci.

L'EPA si preoccupa anche della salute delle nostre foreste. Sebbene sia un bene per l'economia, la raccolta di alberi dalle aree di vecchia crescita può sconvolgere gli ecosistemi e portare all'erosione del suolo e a problemi di qualità dell'acqua a valle, se non viene effettuata correttamente. Inoltre, negli ultimi anni alcuni Stati hanno registrato un aumento dei casi di incendi selvatici, perché sono rimasti meno alberi maturi dopo che tutto il legname è stato tagliato decenni fa (gli incendi selvatici diventano più difficili da contenere quando scoppiano) – un problema che ha iniziato a interessare anche le popolazioni urbane, come la Yosemite Valley della California, che la scorsa estate ha fatto evacuare i visitatori a causa del rischio di incendi.

Speriamo che questi motivi vi siano stati utili! Se desiderate ulteriori informazioni sull'inquinamento atmosferico o su altri argomenti correlati, non esitate a contattarci!

Consigli per la sicurezza

  • Tenere i bambini lontani dal fuoco.
  • Non lasciare mai incustodita una stufa accesa.
  • Prima di accendere un nuovo fuoco a legna, assicuratevi che la canna fumaria sia pulita e aperta al flusso d'aria.
  • Utilizzate uno schermo per il fuoco a prova di calore per evitare scottature.

Qual è il modo migliore per accendere un fuoco?

Accendere la stufa a legna con legna da ardere e piccoli pezzi di legno duro secco, aggiungendo man mano tronchi più grandi. Quando si aggiungono tronchi di grandi dimensioni, assicurarsi che ci sia molto ossigeno intorno ad essi, in modo che possano prendere fuoco più facilmente. Se le fiamme impiegano troppo tempo a diffondersi in tutta la catasta di legna dopo averla accesa, provate ad aprire una o due prese d'aria con un attizzatoio (se disponibile) fino a quando le cose non si sviluppano bene. Una volta che la stufa a legna ha un buon flusso d'aria e i carboni ardenti bruciano vivacemente, chiudete tutte le bocchette, tranne una che permetta di far entrare aria fresca a sufficienza per mantenere il tutto ben alimentato ma non estremamente fumoso all'interno della vostra casa! Un po' di informazioni sull'accensione del fuoco nelle stufe a legna.

Accendete il fuoco con legna da ardere, carta e piccoli pezzi di legno secco. Quando si aggiungono tronchi di grandi dimensioni, assicurarsi che ci sia molto ossigeno intorno ad essi, in modo che possano prendere fuoco più facilmente. Se le fiamme impiegano troppo tempo a diffondersi in tutta la catasta di legna dopo averla accesa, aprite una o due prese d'aria con un attizzatoio fino a quando le fiamme non si sviluppano bene (se disponibile). Una volta che il flusso d'aria attraverso la stufa è buono e i carboni ardenti bruciano vivacemente, chiudete tutte le bocchette, tranne una che permetta all'aria fresca di mantenere il tutto ben alimentato ma non estremamente fumoso all'interno della vostra casa! Un po' di informazioni sull'accensione del fuoco nelle stufe a legna.

Con quale frequenza devo pulire il mio camino?

Ogni anno, in autunno, uno spazzacamino viene a casa vostra e pulisce il vostro camino o la vostra stufa a legna per permettervi di accendere il fuoco durante l'inverno. Verificherà anche la presenza di potenziali problemi di accumulo di creosoto all'interno del rivestimento della canna fumaria (altrimenti noto come "fuliggine del camino"), che è altamente combustibile quando è caldo ma estremamente pericoloso se prende fuoco! In questo caso non si può tornare indietro: o si brucia come se l'inferno fosse entrato in casa attraverso la canna fumaria o si chiama il 911, perché spegnere un vero e proprio incendio che si sviluppa all'interno di una struttura rivestita in mattoni è praticamente impossibile senza demolire parte della casa. I camini dovrebbero essere spazzati ogni anno da professionisti prima dell'inverno per rimuovere l'accumulo di creosoto.

Ogni anno, in autunno, uno spazzacamino viene a casa vostra e pulisce il vostro camino o la vostra stufa a legna, in modo che possiate godervi il fuoco per tutto l'inverno. Verificherà anche la presenza di potenziali problemi di accumulo di creosoto all'interno del rivestimento della canna fumaria (altrimenti noto come "fuliggine del camino"), che è altamente combustibile quando è caldo ma estremamente pericoloso se prende fuoco! In questo caso non si può tornare indietro: o si brucia come se l'inferno fosse entrato in casa attraverso la canna fumaria o si chiama il 911, perché spegnere un vero e proprio incendio che si sviluppa all'interno di una struttura rivestita in mattoni è praticamente impossibile senza demolire parte della casa. I camini dovrebbero essere spazzati ogni anno da professionisti prima dell'inverno per rimuovere l'accumulo di creosoto.

Domande frequenti

Come posso eliminare la fuliggine dalla mia stufa a legna?

Per pulire l'esterno annerito della vostra stufa a legna, usate un tubo da giardino e un po' di olio di gomito! Basta spruzzare acqua e strofinare i residui più ostinati con una spazzola a setole forti (o anche con lana d'acciaio). Se siete abbastanza fortunati da avere un rivestimento in laminato o in acciaio inossidabile, pulitelo con un detergente multiuso, ma evitate di usare prodotti chimici aggressivi che potrebbero degradare il materiale nel tempo. Il modo più semplice per eliminare la fuliggine è usare un tubo da giardino e assicurarsi di esercitare una forte pressione mentre si strofinano i residui più tenaci. Per rimuovere la fuliggine dall'interno della stufa a legna, strofinate con una spazzola di setole metalliche avvolta in un detergente multiuso e poi asciugate. Se avete una stufa o un forno smaltato, passate un panno umido, ma evitate di usare troppa acqua per non danneggiare il rivestimento.

Come posso eliminare l'accumulo di cenere dalla mia stufa a legna?

Per eliminare i grossi accumuli di cenere e polvere dal vostro caminetto a legna, usate il buon vecchio olio di gomito! Togliete gli sportelli e assicuratevi che siano capovolti per evitare che si stacchi qualcosa mentre lavorate. Poi iniziate a togliere i pezzi dallo strato superiore fino a rimuovere tutto e terminate togliendo anche l'ultimo pezzetto di polvere e cenere. Se la stufa è in acciaio inossidabile, basta passare un panno umido seguito da un detergente multiuso per rimuovere eventuali macchie, depositi minerali o detriti lasciati dal processo. Per eliminare gli accumuli più ostinati all'interno, strofinate tutto con una spazzola di setole metalliche avvolta in un detergente multiuso e poi asciugate. Per le stufe o i forni smaltati, utilizzare un panno umido e procedere immediatamente dopo la pulizia con un detergente multiuso, ma assicurarsi di non lasciarli fermi a lungo prima di asciugarli, poiché ciò può causare macchie d'acqua difficili da rimuovere se non vengono pulite subito!

Come posso eliminare la formazione di creosoto ostinato sulla mia stufa a legna?

Per eliminare l'accumulo di creosoto nel camino a legna, è necessario utilizzare un detergente chimico forte. Assicuratevi che sia sicuro per il materiale del focolare prima di applicarlo direttamente o di coprire le superfici con stracci o tovaglioli di carta, in modo da non danneggiare nulla in caso di fuoriuscite! Una volta che tutto è stato coperto, aspettate che i prodotti chimici abbiano fatto il loro lavoro e poi eliminate tutti i residui con dei panni puliti. Se ciò non dovesse bastare, provate a carteggiare le aree ostinate rimaste, ma fate attenzione a non danneggiare nulla perché ciò potrebbe causare ulteriori problemi in seguito. Per le stufe o i forni smaltati, togliere solo alcune sezioni alla volta lasciando il resto coperto e attendere che i prodotti chimici facciano il loro lavoro prima di asciugare. Se ancora non si riesce a pulire, potrebbe essere necessario utilizzare un detergente chimico più forte, quindi fate attenzione se questa è la vostra situazione!

Come posso eliminare le macchie di fumo dalla mia stufa a legna?

Per rimuovere i residui di fumo ostinati dal caminetto a legna, passate prima tutte le superfici con una soluzione di aceto e acqua o un detergente simile fino a rimuovere completamente il tutto. Questo aiuterà anche a prevenire la formazione di altri annerimenti, poiché asciuga l'umidità che potrebbe causare ulteriori problemi in seguito! Potete preparare l'aceto distillato bianco mescolando in parti uguali sale e bicarbonato di sodio in un vecchio contenitore (ad esempio una lattina vuota), riempirlo di aceto e lasciarlo riposare per una notte. Il giorno dopo il composto si sarà trasformato in un liquido torbido che potrete usare per rimuovere le macchie di fumo, ma fate attenzione perché è molto forte! Dopo aver pulito tutto con acqua o con un detergente delicato, passate un panno umido e poi un detergente multiuso per le superfici dure come l'acciaio inox, in modo da non danneggiare le superfici lasciate troppo a lungo fuori casa prima di pulirle. Se la stufa è in materiale smaltato, dopo aver eliminato ogni residuo, utilizzare solo acqua e asciugare subito dopo.

Come posso eliminare l'accumulo di cenere all'interno della mia stufa a legna?

Per eliminare i grossi accumuli di cenere e polvere all'interno del vostro inserto per caminetto, iniziate a rimuovere le porte e a capovolgerle, in modo che non siano d'intralcio per il momento. Quindi, togliete i pezzi dallo strato superiore fino a rimuovere tutto e, infine, eliminate ogni singolo pezzo di polvere e cenere, piccolo o grande che sia! Se l'inserto del caminetto ha una struttura in acciaio inossidabile, basta pulirlo con un panno umido seguito da un detergente multiuso per rimuovere eventuali macchie, depositi minerali o detriti lasciati dal processo. Per le stufe o i forni smaltati è necessario utilizzare solo alcune sezioni alla volta lasciando le altre coperte prima di utilizzare la soluzione di aceto (parti uguali di sale e bicarbonato di sodio in un vecchio contenitore riempito con aceto bianco distillato) che aiuterà a rompere i residui poiché è molto forte! Una volta che tutto è stato pulito con acqua, ripassate con un panno umido e poi con un detergente multiuso per finire la pulizia.

Come posso eliminare l'accumulo di calcio dalla mia stufa a legna?

Per rimuovere gli accumuli ostinati di depositi di calcio e minerali dal focolare o dal forno, iniziare utilizzando con cautela una soluzione di aceto (parti uguali di sale e bicarbonato di sodio in un vecchio contenitore riempito di aceto bianco distillato) che aiuterà a rompere i residui, poiché è molto forte, quindi fare attenzione nel maneggiarla! Se ci sono aree che non riuscite a raggiungere perché troppo piccole o grandi, provate a carteggiarle, ma ricordate di non danneggiare nulla, se possibile.'ll need to use only some sections at a time while leaving others covered before using vinegar solution (equal parts salt and baking soda in old container filled with white distilled vinegar) which will help break up residue since this is very strong so please be careful while handling it afterwards! Se ci sono aree che non riuscite a raggiungere perché troppo piccole o grandi, provate a carteggiarle, ma ricordate di non danneggiare nulla, se possibile.

Come posso eliminare le macchie di ruggine dalla mia stufa a legna?

Per rimuovere gli accumuli ostinati di depositi di calcio e minerali dal focolare o dal forno, iniziare utilizzando con cautela una soluzione di aceto (parti uguali di sale e bicarbonato di sodio in un vecchio contenitore riempito di aceto bianco distillato) che aiuterà a rompere i residui, poiché si tratta di un prodotto molto forte, quindi prestare attenzione quando lo si maneggia! Se ci sono aree che non riuscite a raggiungere perché troppo piccole o grandi, provate a carteggiarle, ma ricordate di non danneggiare nulla, se possibile.'ll need to use only some sections at a time while leaving others covered before using vinegar solution (equal parts salt and baking soda in old container filled with white distilled vinegar) which will help break up residue since this is very strong so please be careful while handling it afterwards! Se ci sono aree che non riuscite a raggiungere perché troppo piccole o grandi, provate a carteggiarle, ma ricordate di non danneggiare nulla, se possibile.

Come posso eliminare le macchie di ruggine dalla mia stufa a legna smaltata?

Per rimuovere gli accumuli ostinati di depositi di calcio e minerali dal focolare o dal forno, iniziare utilizzando con cautela una soluzione di aceto (parti uguali di sale e bicarbonato di sodio in un vecchio contenitore riempito di aceto bianco distillato) che aiuterà a rompere i residui, poiché si tratta di un prodotto molto forte, quindi prestare attenzione quando lo si maneggia! Se ci sono aree che non riuscite a raggiungere perché troppo piccole o grandi, provate a carteggiarle, ma ricordate di non danneggiare nulla, se possibile.'ll need to use only some sections at a time while leaving others covered before using vinegar solution (equal parts salt and baking soda in old container filled with white distilled vinegar) which will help break up residue since this is very strong so please be careful while handling it afterwards! Se ci sono aree che non riuscite a raggiungere perché troppo piccole o grandi, provate a carteggiarle, ma ricordate di non danneggiare nulla, se possibile.

Come posso eliminare le macchie di ruggine dalla mia stufa a legna in ghisa?

Per rimuovere gli accumuli ostinati di depositi di calcio e minerali dal focolare o dal forno, iniziare utilizzando con cautela una soluzione di aceto (parti uguali di sale e bicarbonato di sodio in un vecchio contenitore riempito di aceto bianco distillato) che aiuterà a rompere i residui, poiché si tratta di un prodotto molto forte, quindi fare attenzione quando lo si maneggia! Se ci sono aree che non riuscite a raggiungere perché troppo piccole o grandi, provate a carteggiarle, ma ricordate di non danneggiare nulla, se possibile.'ll need to use only some sections at a time while leaving others covered before using vinegar solution (equal parts salt and baking soda in old container filled with white distilled vinegar) which will help break up residue since this is very strong so please be careful while handling it afterwards! Se ci sono aree che non riuscite a raggiungere perché troppo piccole o grandi, provate a carteggiarle, ma ricordate di non danneggiare nulla, se possibile.

Conclusione

Se il fuoco non si scalda a sufficienza, potrebbe essere il momento di sostituire la guarnizione dello sportello o la guarnizione del fornello. Entrambi questi elementi necessitano di attenzione nel corso del tempo e si logorano per il lavoro che svolgono per voi. Sostituendoli si può produrre più calore all'interno della casa, in modo che tutti siano al caldo durante i freddi mesi invernali che ci attendono.