Stufe a legna

Cosa cercare quando si acquista una stufa a legna

Le stufe a legna sono un ottimo modo per riscaldare la casa. Se ne state cercando una, ecco 10 consigli che vi aiuteranno a scegliere quella giusta!

  • 1) Prima di acquistare una stufa a legna, assicuratevi che abbia l'etichetta EPA o CARB. Ciò significa che è conforme agli standard di emissione stabiliti da tali enti.
  • 2) Prima di acquistare una stufa a legna, valutate lo spazio di cui disponete in casa e il tipo di stufa più adatto alle vostre esigenze. Esistono molti tipi diversi di stufe, tra cui i modelli a libera installazione, i modelli installati con soffianti e i modelli da incasso.
  • 3) Occorre anche considerare se l'unità è certificata o meno per l'uso in ambienti interni, perché ciò può influire sul tipo di stufa di cui si ha bisogno per la propria casa.

Le stufe a legna sono un ottimo modo per riscaldare la casa. Se state cercando una stufa a legna, ecco dieci consigli che vi aiuteranno a scegliere quella giusta!

Stufa a legna, multicombustibile o a pellet

La prima decisione da prendere è se volete una stufa a legna, multicombustibile o a pellet. Le stufe a pellet bruciano solo pellet e sono generalmente le più facili da avviare e mantenere, ma producono anche più cenere rispetto ad altri tipi di apparecchi.

Le stufe a legna sono più comuni nelle case più vecchie, mentre le stufe a pellet tendono a essere preferite dai nuovi proprietari di casa che desiderano le tecnologie più recenti e le funzioni più convenienti, tra cui il funzionamento con telecomando. La stufa multicombustibile è un tipo di stufa che può bruciare legna, ma ha anche un'altra fonte di combustibile per quando si esaurisce la legna o se i prezzi salgono alle stelle in pieno inverno. I tipi di combustibile alternativo più comuni includono il gas propano, che brucia in modo pulito solo a basse temperature; l'olio di cherosene (jet fuel), che probabilmente richiede un'installazione professionale; il gas naturale o il metano (CNG).

A libera installazione o a inserto?

  • Le stufe a legna indipendenti sono spesso più piccole, ma sono anche meno efficienti per riscaldare la casa. Gli inserti sono lo stile di stufa più comune perché consentono di utilizzare focolari o caminetti esistenti per fornire più calore e atmosfera a una stanza.
  • Una stufa indipendente può essere spostata o ruotata per una distribuzione ottimale del calore.
  • Se si sceglie un inserto, assicurarsi che sia dotato di una buona serranda di sicurezza per evitare che il fumo entri nella stanza quando non è in uso.

Corpo in acciaio o ghisa

  • *La ghisa è più costosa, ma è migliore per la ritenzione del calore.
  • *L'acciaio è più economico e più comune.

Carburante:

*Esistono diversi tipi di stufe a legna a seconda del combustibile che si intende utilizzare. È possibile utilizzare anche pellet o mais, se si preferisce! Ha una resa termica leggermente inferiore a quella del legno duro, ma brucia comunque a lungo. Lo svantaggio, tuttavia, è il prezzo, che risulta essere circa il triplo per libbra rispetto ad altre fonti di combustibile come la legna da ardere o la legna da ardere.

Alcune marche offrono caratteristiche speciali, come un cassetto per la cenere sotto la griglia, in modo che le ceneri cadano in un secchio sottostante senza sporcare la stufa stessa (questo richiede una supervisione costante). Inoltre, possono verificarsi problemi di accumulo di creosoto nel camino, che può causare incendi.

Dimensioni:

*È fondamentale considerare le dimensioni della casa prima di acquistare una stufa a legna. Esistono stufe di piccole dimensioni per spazi ridotti, ma potrebbero non essere in grado di riscaldare stanze grandi o più di una da sole. Assicuratevi che sia appropriata per non avere un'unità sottopotenziata! Inoltre, ricordate che la maggior parte dei produttori offre due dimensioni: una per le case in cui non ci sono alberi nelle vicinanze e un altro modello adatto specificamente per le aree in cui è disponibile molta legna da ardere (spesso questi modelli produrranno meno calore).

Costo:

Se tutto il resto fallisce, il costo può aiutare a determinare il tipo di stufa a legna più adatto alla vostra situazione attuale. Una stufa in ghisa con corpo in acciaio può essere ottima in termini di resa termica, ma di solito è più costosa dell'alternativa. Inoltre, molte stufe con porta in vetro sono piuttosto costose se non ne avete bisogno o volete spendere di più per questa caratteristica.

Spesso una stufa a legna è ideale per il riscaldamento di emergenza. Può tenere al caldo durante la notte, indipendentemente da ciò che accade all'esterno, e fornire una fonte di calore ausiliaria nel caso in cui qualcosa vada storto con il forno o la caldaia. Tuttavia, non sarà affidabile come un sistema che utilizza altri combustibili, poiché è necessario avere accesso alla legna da ardere! Nella maggior parte dei casi, però, va bene se si cerca un'alternativa più economica rispetto alle stufe a propano o a quelle elettriche.

Dimensioni e potenza termica

Dovrete pensare a quanto grande sia la stufa che desiderate. Se è troppo piccola, la casa non si riscalda correttamente e si spreca energia utilizzando più legna del necessario. Se invece la stufa è troppo grande, dovrete spendere ogni mese più soldi per il combustibile. Dovrete anche considerare la potenza termica della vostra stufa.

Se avete intenzione di riscaldare uno spazio ridotto, una stufa a legna di piccole dimensioni andrà benissimo per voi. Se invece volete riscaldare più metri quadrati in meno tempo, sarebbe meglio investire in un modello di grandi o medie dimensioni in grado di produrre alti livelli di BTU (British Thermal Units).

Efficienza

Quando si tratta di acquistare una stufa a legna, l'efficienza la fa da padrona. Più efficiente è l'apparecchio di riscaldamento, meno si dovrà spendere per il combustibile e per altre spese correlate. L'efficienza deve essere la priorità assoluta nella scelta del modello di stufa a legna o a pellet più adatto alla vostra casa.

  • Le stufe a pellet sono il tipo di apparecchio di riscaldamento più efficiente, hanno un'alta efficienza di combustione e basse emissioni. Infatti, i pellet offrono un tasso di efficienza più elevato rispetto ad altri tipi di stufe a legna, il che significa che si spenderà meno per il combustibile durante tutto l'anno.
  • Esistono anche modelli certificati EPA con tassi di combustione elevatissimi, in grado di riscaldare la casa in modo più efficiente, anche nelle condizioni più difficili, aspirando grandi quantità d'aria attraverso il focolare per garantire la massima capacità di combustione in ogni momento.

Un consiglio per l'utilizzo di una stufa a pellet è quello di riempirla sempre di pellet freschi prima di accendere il fuoco, perché sarà più facile accenderli se non sono già secchi a causa dell'uso precedente o dell'esposizione in magazzino. Inoltre, è necessario mantenere il serbatoio sempre pieno, in modo che la stufa funzioni nel modo più efficiente possibile.

La pulizia regolare di una stufa a pellet ne migliora l'efficienza e contribuisce a evitare che si guasti prima di essere pronta per la sostituzione. Tenete d'occhio gli elementi, i condotti e le altre parti dell'apparecchio per individuare eventuali segni di usura o danni che potrebbero influire sul funzionamento del sistema di riscaldamento.

Certificato EPA o approvato DEFRA

L'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente (EPA) ha stabilito delle linee guida per le stufe a legna al fine di mantenere pulita la qualità dell'aria. Sul retro della stufa dovrebbe essere riportata la dicitura "EPA Certified" o "DEFRA Approved".

DEFRA è la versione britannica di EPA e significa che questo modello soddisfa gli standard di emissione specifici di entrambi i Paesi. I modelli con questi marchi sono solitamente più costosi, ma garantiscono la massima tranquillità nella scelta di un nuovo apparecchio.

Catalitico e non catalitico

Esistono due tipi di stufe a legna: catalitiche e non catalitiche. Una stufa non catalitica è quello che si pensa, un normale focolare a legna. Emette fumi nocivi dovuti alla combustione incompleta dei gas rilasciati dalla combustione dei tronchi, che possono causare problemi di salute come cancro, malattie cardiache e asma nelle persone vicine alla fonte (come i vostri vicini).

  • Le stufe catalitiche funzionano in modo diverso dalle loro controparti tradizionali: bruciano infatti il gas in modo efficiente per riscaldare l'acqua o l'aria per il riscaldamento degli ambienti, prima di combatterlo nel calore che percepiamo come fiamma e fumo. Sono diverse perché hanno camere interne in cui il "fumo" passa attraverso piastre di ceramica rivestite di metalli preziosi come il platino o il palladio che agiscono come catalizzatori del processo di gassificazione, riducendo così le emissioni.
  • Poiché sono più efficienti dei caminetti o delle stufe a legna tradizionali, si risparmia sui costi del combustibile. Sono anche più sicure perché il calore viene disperso in misura minore nel camino, riducendo il rischio di incendi domestici dovuti all'accumulo di creosoto in camini in muratura non sostenuti, soprattutto perché la maggior parte dei produttori di stufe non catalitiche raccomanda di non utilizzare i propri prodotti con un inserto per caminetto (camino) esistente. Inoltre, questi tipi di stufe non rappresentano una minaccia per la qualità dell'aria emettendo alti livelli di gas pericolosi come il monossido di carbonio; tuttavia, è importante notare che ciò dipende dalla qualità dell'installazione e della manutenzione dell'unità nel corso del tempo, poiché qualsiasi apparecchio a legna può rappresentare un rischio di monossido di carbonio se trascurato.
  • Le stufe a legna non catalitiche sono generalmente meno costose delle loro controparti catalitiche, il che le rende più attraenti per la maggior parte dei proprietari di casa; tuttavia, il risparmio iniziale scompare nel tempo in termini di costi del combustibile, per cui è bene tenerne conto al momento della decisione di acquisto. Si noti inoltre che le unità non catalitiche richiedono una pulizia regolare delle vie d'aria interne con aste metalliche, poiché accumulano rapidamente creosoto e devono essere scaricate regolarmente come precauzione di sicurezza – per ovvie ragioni… non sarebbe molto utile che la vostra casa bruciasse semplicemente per negligenza!

Lavaggio ad aria

Il lavaggio dell'aria di una stufa a legna è una parte importante del processo di combustione. Il focolare aspira l'aria esterna per alimentarlo, ma questo comporta potenziali problemi se sono presenti contaminanti che potrebbero danneggiare la stufa o creare un ambiente pericoloso per voi o per la vostra famiglia. Un monitor del flusso d'aria assicura che tutta l'aria fresca in entrata passi attraverso il pannello di vetro interno, dove il calore e il fumo possono essere separati prima di essere rilasciati in casa in tutta sicurezza.

Il sistema consente inoltre di tenere sotto controllo il tempo rimanente di ogni ciclo di combustione, facilitando il rispetto delle norme e dei regolamenti di sicurezza – che variano a seconda del Paese – senza dover sorvegliare costantemente l'apparecchio a legna!

Facilità d'uso

Le stufe a legna sono relativamente semplici da installare, ma sono necessarie alcune conoscenze di base per ottenere il massimo dalla vostra stufa.

  • Le stufe a legna devono essere ventilate correttamente, altrimenti non bruciano in modo efficiente e possono causare problemi di cattiva qualità dell'aria interna. Se non siete sicuri delle opzioni di ventilazione per la vostra casa, consultate un professionista prima di acquistare un apparecchio a legna.
  • Le persone che amano l'atmosfera dei caminetti a volte acquistano la loro prima stufa a legna pensando che sia un'altra forma di inserto per caminetto; tuttavia, questo non è sempre vero! Non tutti i modelli hanno spazio per i ceppi di legna al loro interno come un vero e proprio caminetto ( – Scegliere un modello ad alta efficienza può far risparmiare centinaia di euro sulla bolletta energetica ogni anno e contribuire a ridurre i gas serra nocivi. Cercate modelli con un'elevata efficienza AFUE (Annual Fuel Utilization Efficiency).
  • Alcune stufe sono dotate di un termostato che regola automaticamente il calore in base alle vostre preferenze e alle condizioni atmosferiche esterne, mentre altre richiedono una regolazione manuale in base alle esigenze della casa.
  • Quando acquistate una stufa a legna, considerate la quantità di cenere prodotta: alcune ne producono più di altre. Se avete un garage annesso, questo potrebbe non essere un problema, ma se non ce l'avete, trovarne una che produca meno cenere potrebbe farvi risparmiare tempo per la pulizia!

Combustione secondaria

Le camere di combustione secondaria sono un'altra caratteristica molto diffusa nelle stufe a legna che consentono di bruciare combustibili senza fumo. La camera secondaria può essere montata sulla parte anteriore o posteriore della stufa, a seconda delle proprie esigenze.

Un buon modo per determinare se un caminetto è ventilato correttamente è collocare un bastoncino d'incenso o un fiammifero al suo interno quando non c'è fuoco acceso e sentire l'odore dall'esterno della stanza in cui si trova il caminetto. Se ciò accade, probabilmente significa che l'aria che passa attraverso il camino non è abbastanza veloce per una corretta combustione della ventilazione all'interno dell'area del focolare stesso.

Cestino della cenere

Il contenitore della cenere è una caratteristica importante da considerare quando si acquista una stufa a legna. Una buona regola per i proprietari di case che riscaldano a legna è quella di lasciare circa un metro cubo di spazio aperto nel cassetto della cenere dopo ogni sessione di riscaldamento. Anche la facilità di pulizia delle ceneri può essere un fattore determinante.

Deve essere facile da rimuovere e pulire, in modo da poter tornare a bruciare la legna.

Soffiante

Esistono due tipi di soffiatori utilizzati nelle stufe a legna: ad aria forzata e a tiraggio naturale. La maggior parte dei modelli funziona a gas, olio o propano; alcuni possono anche utilizzare l'elettricità per alimentare la ventola. L'aria forzata è una buona opzione se non si ha accesso a sistemi di ventilazione esterni, perché dirige i fumi raffreddati all'esterno attraverso i condotti presenti nella maggior parte delle stufe moderne. Un sistema a tiraggio naturale funziona aspirando l'aria fresca per la combustione da bocchette esterne situate vicino al livello del pavimento, in modo da richiedere meno spazio libero sotto l'unità.