Stufe a legna

Che cos’è l’accumulo di creosoto (come eliminare l’accumulo di creosoto)?

Il creosoto è una sostanza oleosa che si deposita all'interno dei camini e fa sì che il fumo diventi nero e maleodorante. Può anche causare incendi, il che rappresenta un grosso problema per i proprietari di case con stufe o caminetti a legna. In questo post del blog parleremo di cos'è l'accumulo di creosoto, di come evitare che si verifichi nel vostro camino e di alcuni impatti negativi dell'accumulo di creosoto nella vostra canna fumaria.

Che cos'è il creosoto?

Il creosoto è un tipo di sostanza chimica che si forma sulla superficie del legno quando questo è esposto al calore e al fumo. Questa sostanza può apparire come un residuo scuro e appiccicoso o come un deposito nero che ricopre l'esterno di strutture in legno come travi ferroviarie, recinzioni, pali telefonici o ponti. L'accumulo di creosoto dovuto al fumo di sigaretta si accumula rapidamente in queste aree perché molte persone tendono ad appoggiarsi ad esse mentre accendono le sigarette con fiamme libere sopra di loro all'altezza degli occhi.

La quantità di creosoto che si forma su queste strutture dipende dal tipo di legno, da quanto si riscalda e per quanto tempo.

Il creosoto può formarsi anche all'interno dei camini tra le canne fumarie o a contatto diretto con altri materiali combustibili come l'isolamento. È estremamente pericoloso perché brucia a una temperatura molto elevata (circa 750 gradi Fahrenheit) che lo rende incredibilmente difficile da spegnere se lasciato bruciare da solo.

L'accumulo di creosoto si verifica nel tempo quando il calore degli incendi asciuga la superficie delle strutture in legno; questo fa sì che le resine nascoste in profondità nella struttura cellulare si sollevino dove sono esposte all'aria e alle particelle di combustione, dando origine a una sostanza oleosa chiamata deposito di acido piroligno (più comunemente noto come creosoto).

Il creosoto si trova in tutti i tipi di legno, ma se non controllato è particolarmente pericoloso per le strutture realizzate con legni teneri come il pino e l'abete. I vigili del fuoco hanno riferito che quando lo strato esterno di questi materiali inizia a bruciare, producono un fumo nero e denso che li rende difficili da vedere durante la lotta agli incendi con fiamme libere. Inoltre, il legno di conifere presenta livelli di resina più elevati rispetto ai legni duri, per cui il calore impiega più tempo per asciugare la sua superficie, con conseguente maggiore accumulo di creosoto nel tempo.

Che cos'è l'accumulo di creosoto?

L'accumulo di creosoto è un sottoprodotto naturale della combustione del combustibile. È il componente principale del catrame di carbone, che è uno dei tipi più comuni di creosoto che possono formarsi sul camino e sulle apparecchiature di sfiato. Il creosoto è il residuo appiccicoso e fuligginoso che si forma all'interno del camino. Può accumularsi anche su altri dispositivi di sfiato, come le bocchette del gas e le canne fumarie.

Molte persone si preoccupano dell'accumulo di creosoto perché provoca emissioni sporche quando si utilizzano apparecchi a combustibile in casa. Se non vengono rimosse correttamente, queste particelle ricoprono le pareti interne e riducono la qualità dell'aria all'interno della casa o dell'azienda. Questo può essere un problema serio per chi ha difficoltà respiratorie come l'asma o le allergie, poiché l'esposizione a queste sostanze chimiche è stata collegata allo scatenamento di attacchi in soggetti sensibili.

Fasi dell'accumulo di creosoto

L'accumulo di creosoto è un processo naturale e inevitabile. Il creosoto si sviluppa quando il legno inizia a bruciare in presenza di ossigeno (cioè con l'esposizione all'aria). Può svilupparsi in qualsiasi tipo di apparecchio a combustione o sistema di riscaldamento che brucia legna; si verifica solo in stufe e caldaie non ventilate; non si verifica in stufe inventate perché sono collegate direttamente ai camini senza uno spazio intermedio dove il creosoto potrebbe accumularsi (enfasi aggiunta da me).

L'accumulo di creosoto può causare gravi problemi di salute, tra cui malattie respiratorie e un aumento del rischio di cancro. L'accumulo di creosoto è spesso considerato una causa di inquinamento dell'aria interna che può avere un impatto negativo sul benessere umano nel tempo. In casi estremi, è stato associato a decessi per avvelenamento da monossido di carbonio.

Molti studi evidenziano i pericoli associati all'accumulo di creosoto nei camini e nelle canne fumarie, che possono portare a incendi domestici o addirittura a rischi di esplosione se non vengono adeguatamente mantenuti con una pulizia periodica da parte di tecnici certificati e addestrati per questo tipo di servizio.

Una volta incastrato nella canna fumaria, il creosoto è difficile da rimuovere. La rimozione del creosoto richiede una pulizia approfondita del camino che può costare migliaia di dollari se eseguita da uno spazzacamino certificato.

Gli impatti negativi associati all'accumulo di creosoto sono molto reali e possono essere costosi se non vengono affrontati correttamente durante le visite annuali di manutenzione da parte di tecnici professionisti; inoltre, non si dovrebbe mai tentare di eseguire questo tipo di servizi da soli senza una formazione adeguata o un equipaggiamento protettivo.

Gli impianti di creosoto rilasciano ogni anno grandi quantità di sostanze chimiche tossiche nell'ambiente, causando gravi danni alla salute umana e alle popolazioni di animali selvatici in tutto il mondo, tra cui malattie respiratorie, cancro, irritazioni cutanee, problemi di sviluppo, danni al sistema nervoso e molti altri rischi associati (come già detto).

Come si presenta l'accumulo di creosoto?

L'accumulo di creosoto si verifica nella canna fumaria e nel camino di una stufa a legna o di un caminetto. In genere è nero, rosso brunastro, denso e appiccicoso al tatto, con una sensazione oleosa; può anche essere grasso. Se non viene rimosso regolarmente, il creosoto cresce su se stesso (aumentando il peso).

Il creosoto è piuttosto tossico e può essere composto per il 90% o più da catrame, oltre che da altri contaminanti. L'accumulo di creosoto è solitamente costituito da circa 50-100 componenti (almeno 28 sono noti come cancerogeni) tra cui benzene, naftalene, fenolo e piridina.

Secondo alcune ricerche, i creosoto possono contenere almeno 200 sostanze chimiche; alcune di queste includono il cloruro di metile e mercurio, il sale complesso di formaldeide e acetato di fenile e mercurio e gli idrocarburi policiclici aromatici.

Il tempo necessario per l'accumulo dipende dal fatto che si bruci legna quotidianamente o occasionalmente nel camino/stufa a legna, quindi non esiste una vera e propria quantità media all'anno, ma la maggior parte delle persone noterà un accumulo entro i primi mesi di combustione.

Il modo migliore per determinare se c'è un accumulo di creosoto è un'ispezione da parte di un professionista della pulizia dei camini che sappia come individuarlo. Qualsiasi canna fumaria intasata o apparecchio sporco produrrà un accumulo di creosoto, per cui è necessario che venga controllato regolarmente da qualcuno che sappia cosa sta facendo.

Se il vostro caminetto/stufa a legna è stato trascurato per un certo periodo di tempo, potrebbero esserci problemi come danni all'acqua e deterioramento del focolare che devono essere affrontati prima di accendere altri fuochi nell'apparecchio finché non è stato pulito da un tecnico qualificato.

Segni di accumulo di creosoto

Un tetto con un'eccessiva quantità di creosoto può anche causare condizioni scivolose per chiunque vi cammini sopra, quindi è importante che l'accumulo venga rimosso immediatamente da un'azienda professionale come Xcel Roofing and Restoration Inc. Alcuni elementi che indicano la necessità di pulire il tetto sono:

  • La presenza di macchie o striature scure che scendono dal camino, dalla canna fumaria, dai tubi del fumo o dalle aperture delle stufe sulle pareti esterne della casa
  • Macchie scure e untuose al tatto intorno a queste stesse aree
  • C'è un odore acre che proviene dall'interno o dalla vicinanza di uno di questi elementi
  • La vernice sembra scrostarsi più rapidamente del solito proprio sopra i punti in cui l'acqua gocciola da questi elementi
  • Ci sono macchie nere o verdi sulle grondaie, sulle fasce, sugli intradossi e sui rivestimenti esterni intorno alle aree in cui l'acqua gocciola da questi elementi
  • Il legno sotto queste macchie è molto scuro rispetto ad altri punti del tetto.

Quanto creosoto è normale?

L'accumulo di creosoto è normale e varia a seconda della frequenza di utilizzo e del tipo di bruciatore. I bruciatori che funzionano per brevi periodi possono avere bisogno di essere puliti solo ogni pochi mesi, mentre i bruciatori utilizzati in modo continuativo possono accumulare creosoto nel giro di giorni o settimane. In generale, si dovrebbe prevedere di pulire il camino almeno una volta all'anno se viene utilizzato principalmente durante le stagioni fredde.

Dovreste anche considerare di far ispezionare e revisionare il vostro camino prima dei falò estivi, quando non c'è molto accumulo di creosoto, perché è noto che gli incendi estivi possono causare condizioni estremamente pericolose all'interno delle abitazioni a causa del malfunzionamento dello scambiatore di calore.

Pericoli del creosoto

Il creosoto è un sottoprodotto naturale della combustione di legna o carbone per il riscaldamento. Se non viene rimosso dal sistema del camino, può causare problemi di salute e generare un odore sgradevole. Il creosoto ha anche effetti negativi sul valore della casa, in quanto ne riduce notevolmente il valore di rivendita.

Una delle preoccupazioni legate all'accumulo di creosoto è che si possa rischiare un incendio nel camino o nella stufa, soprattutto durante i periodi di uso intenso, come il riscaldamento invernale, quando per anni non è stata effettuata una pulizia completa del forno. La buona notizia è che queste preoccupazioni sono a basso rischio, poiché la maggior parte dei proprietari di casa si accorgerà di qualcosa che non va nell'apparecchiatura molto prima che rappresenti un pericolo reale per chiunque, a volte persino prima di iniziare a usare il caminetto.

Uno degli effetti negativi più significativi dell'accumulo di creosoto è che inizia a causare problemi al sistema di riscaldamento dell'abitazione, tra cui l'intasamento dei passaggi dell'aria e l'aumento del consumo di combustibile. Inoltre, contribuisce a ridurre i livelli di efficienza complessiva quando si utilizza il forno o il bruciatore per la produzione di calore. Quando si aprono gli sportelli di pulizia del camino situati nella parte inferiore del sistema di sfiato, si possono trovare accumuli, talvolta chiamati "bolle di fuliggine", all'interno di questi compartimenti, a causa dell'accumulo nel corso del tempo con un utilizzo ridotto durante i mesi estivi, combinato con un accumulo causato da un utilizzo elevato durante i periodi di riscaldamento invernale.

Cause dell'accumulo di creosoto

  • Applicazione eccessiva di creosoto o utilizzo in concentrazioni troppo elevate. L'accumulo di creosoto è più probabile anche quando il legno è stato trattato di recente con sostanze chimiche prima di essere bruciato.
  • L'accumulo di creosoto può verificarsi anche quando il legno viene bruciato in uno spazio chiuso senza un'adeguata ventilazione. Questo può portare all'asfissia e alla morte se i livelli di ossigeno si esauriscono rapidamente all'interno dell'area chiusa.
  • La combustione di legname verde o non stagionato, che contiene ancora linfa, provoca un maggiore accumulo di creosoto rispetto al legname secco e stagionato, perché non brucia completamente; ciò comporta un accumulo di particolato (creosoto) e gas (composti carbonilici).

L'Agenzia per il Registro delle Sostanze Tossiche e delle Malattie (ATSDR) afferma che, in termini di nocività del creosoto per la salute.

Cause dell'accumulo di creosoto

  • Il legno privo di umidità ha maggiori probabilità di formare creosoto.
  • Legno non essiccato in forno.
  • Anche l'umidità elevata può contribuire alla formazione di creosoto perché il legno non si asciuga correttamente e il vapore si condensa su di esso, provocando un accumulo di liquidi nel legno.
  • Legno non stagionato.
  • Il creosoto può formarsi anche nei camini quando questi sono esposti a elevate quantità di calore, come nel caso di caminetti o stufe a legna, per periodi di tempo prolungati. In questo caso, il creosoto si "incrosta" sulle superfici e crea una sostanza che non può essere rimossa con la raschiatura e che probabilmente porterà all'accumulo in aree come la canna fumaria e la serranda.
  • L'uso di ceppi verdi che contengono umidità in eccesso, insieme agli altri fattori sopra menzionati, fa sì che il vapore acqueo si condensi all'interno del camino invece di fuoriuscire attraverso una corretta ventilazione.

Come prevenire l'accumulo di creosoto nei camini

L'accumulo di creosoto è una delle cause principali degli incendi nei camini. Il creosoto si forma quando le particelle incombuste della combustione si attaccano alle superfici interne e bruciano, provocando fiamme e fumo. La prevenzione di questo accumulo inizia con l'utilizzo di combustibile di buona qualità che bruci completamente nel camino o nella stufa. Per garantire una combustione completa:

  • Utilizzate legna stagionata (essiccata da almeno un anno), poiché produce meno creosoto rispetto ai ceppi verdi (appena tagliati);
  • Bruciate pezzi più piccoli, perché bruciano più a fondo rispetto a quelli più grandi;
  • Aprire completamente le serrande prima di accendere l'apparecchio – non chiuderle mai quando il fuoco è ancora acceso;
  • Tenere chiusa la serranda della canna fumaria dopo l'accensione del fuoco finché tutte le braci non si sono trasformate e non si sono raffreddate; non aprirla finché non si è formato un buon letto di braci e le fiamme non si sono spente.

Quando pulite il vostro camino, assicuratevi di affidarvi a uno spazzacamino certificato che conosca le tecniche corrette per rimuovere in modo sicuro gli accumuli di creosoto. Se si sospetta un problema al sistema di canne fumarie del caminetto o della stufa, è meglio rivolgersi a un professionista il prima possibile, prima che si verifichi qualcosa di potenzialmente pericoloso! Prima si effettuano le riparazioni necessarie, meglio è per tutti.

Come eliminare gli accumuli di creosoto

  • Rimuovere la calotta del camino e pulire gli accumuli di creosoto con una spazzola.
  • Smaltire tutti i detriti in un contenitore coperto per evitare ulteriori contaminazioni da parte delle sostanze chimiche utilizzate nel processo di trattamento.
  • Reinstallare il tappo della canna fumaria o un'altra protezione adeguata, come i tappi di copertura dei raccordi Firestop.
  • Utilizzare un inibitore di creosoto come Trepoil Firestop Creosote Remover o BioSolve Wood Preservative.
  • È anche possibile acquistare speciali "iniettori" che, durante la combustione della legna, inseriscono i prodotti chimici nel camino, nella canna fumaria e nel condotto per evitare la formazione di depositi.

I creosoto sono sostanze distruttive create dalla combustione incompleta di sostanze organiche come il carbone o il legno durante i processi industriali o gli incendi residenziali (cioè la combustione a cielo aperto). Quando bruciano, questi materiali emettono gas che si condensano sulle pareti e su altre superfici in un accumulo oleoso e nero, noto come "creo", composto principalmente da fenoli e idrocarburi policiclici aromatici, composti molto pericolosi.

L'accumulo di creosoto può essere pericoloso, in quanto provoca incendi di camini che lasciano entrare in casa il letale monossido di carbonio e possono causare la morte. Il creosoto emette anche altre sostanze chimiche pericolose, tra cui il benzene, noto per causare la leucemia, il cianuro di idrogeno (usato per le armi chimiche), gli ossidi di azoto (coinvolti nelle piogge acide) e il biossido di zolfo (parte dello smog). Il creosoto deve essere evitato non solo per i suoi impatti negativi sulla salute umana, ma anche perché danneggia le canne fumarie corrodendo nel tempo i componenti metallici al loro interno.

Accumulo di creosoto

L'accumulo di creosoto è un sottoprodotto della combustione del legno. Può provocare danni alle strutture e ai materiali delle abitazioni, degli edifici commerciali o delle apparecchiature come le stufe. Il creosoto può causare incendi se non viene rimosso correttamente dalle strutture o dalle apparecchiature in cui si accumula. Ci sono delle misure da adottare prima che l'accumulo di creosoto diventi un problema.

Il creosoto si forma quando gli idrocarburi organici volatili (VOHC) di una sostanza come il legno vengono bruciati in modo incompleto, lasciando una sostanza simile al catrame. Per questo motivo il creosoto si accumula tipicamente sulle superfici che sono state esposte al fumo o al fuoco per lunghi periodi di tempo.

Molte persone non si rendono conto che le quantità di VOHC nei diversi tipi e gradi di carburante possono variare notevolmente e questo influisce sulla gravità dell'accumulo di creosoto. Quanto più basso è il contenuto di VOHC nel materiale da bruciare, tanto minore è la probabilità che si formino creosoto durante la combustione; tuttavia, una volta formatisi, anche bassi livelli possono essere pericolosi se non controllati per lunghi periodi.

Che odore ha il creosoto?

Il creosoto è un sottoprodotto della combustione e ha quindi un odore caratteristico. Infatti, spesso ha l'odore di fumo o di legna bruciata. Quando si esce all'aperto in una giornata fumosa, l'aria ha lo stesso odore di creosoto. È molto forte e pungente, quindi lo si nota subito.

Uno degli equivoci più comuni sull'accumulo di creosoto è che l'odore di legna bruciata o di fumo si sente solo quando il camino inizia ad avere problemi. Tuttavia, questo non è affatto vero perché il creosoto ha un odore caratteristico, indipendentemente da ciò che sta accadendo al sistema del camino.

Se i fumi sprigionati dall'accumulo di creosoto nelle prese d'aria del camino sono sufficienti, chiunque passi di lì saprà sicuramente che qualcosa non va anche solo annusando l'aria esterna. Non ci vuole molto perché questi fumi si propaghino oltre una sola persona: possono facilmente diffondersi in altre case vicine se le finestre sono aperte!

Il creosoto è infiammabile?

Il creosoto può essere infiammabile in determinate circostanze. Uno dei motivi per cui il creosoto è così pericoloso è che è altamente combustibile. Se si espone il creosoto a una quantità sufficiente di calore, scintille o fuoco aperto, si infiammerà immediatamente e brucerà fino all'esaurimento di tutte le fonti di combustibile. Ciò lo rende estremamente pericoloso per chiunque viva in una casa costruita con legno trattato con prodotti chimici conservanti a base di creosoto per molti anni.

Il creosoto si accumula nei caminetti a gas?

L'accumulo di creosoto è un problema comune a tutti i tipi di apparecchi a legna. L'accumulo di creosoto nei caminetti a gas si verifica quando non vengono puliti e mantenuti correttamente. Può danneggiare il camino, la canna fumaria e persino causare problemi di salute a voi o ai vostri familiari.

Il creosoto si accumula gradualmente nel tempo, poiché le sostanze incombuste lasciano depositi sulle superfici interne del rivestimento della canna fumaria (il passaggio tra l'apparecchio e il camino). Gli accumuli influiscono sul funzionamento del sistema, limitando il flusso d'aria e riducendo l'efficienza, e causano il rilascio di emissioni nocive nell'ambiente domestico o aziendale in misura maggiore rispetto al normale. Inoltre, una minore quantità di energia termica viene trasferita attraverso le bocchette perché alcuni gas si condensano all'interno di questo spazio invece di uscire dalla canna fumaria. La formazione di creosoto provoca anche una perdita di energia, rendendo il camino meno sicuro e costringendo a riparare o sostituire l'apparecchio più spesso del solito.

L'accumulo di creosoto può essere prevenuto con una regolare messa a punto dell'impianto, in genere una volta all'anno, in cui un tecnico certificato provvede a rimuovere i creosoto dall'interno dell'apparecchio utilizzando un'attrezzatura speciale. È importante che tutti gli elettrodomestici siano sottoposti a manutenzione regolare per garantire prestazioni e sicurezza ottimali, perché se lasciati soli potrebbero danneggiarsi o emettere livelli di calore non sicuri nell'ambiente circostante, con conseguente perdita di valore della proprietà e problemi di salute come l'avvelenamento da monossido di carbonio (CO).

Naturalmente, si può anche scegliere di sostituire l'impianto con uno più recente, che utilizza materiali più ecologici e ha una maggiore efficienza energetica rispetto ai modelli più vecchi.

L'accumulo di creosoto nei caminetti a gas può essere prevenuto con una pulizia regolare dell'apparecchio, in modo che non causi danni o problemi di salute ai proprietari di case o aziende che li utilizzano regolarmente. È importante che tutti gli apparecchi a legna siano sottoposti a regolare manutenzione perché, se lasciati soli, possono danneggiarsi e quindi trasferire meno calore attraverso le bocchette, causando problemi come l'avvelenamento da monossido di carbonio (CO). Infine, questi apparecchi dovrebbero sempre essere coperti da garanzia, per garantire ai clienti la possibilità di ottenere facilmente i pezzi di ricambio in caso di necessità.

Accumulo di creosoto sulle porte di vetro

L'accumulo di creosoto sulle porte in vetro può essere antiestetico e difficile da pulire. Il creosoto macchia la finestra se non viene pulito correttamente, il che significa che avete bisogno di un aiuto professionale per la pulizia delle finestre creosotiche della vostra proprietà commerciale o della vostra casa. Identificheremo tutte le superfici della vetrata in modo da poter rimuovere lo sporco senza causare danni alle infrastrutture dell'edificio.

Come verificare l'accumulo di creosoto

È importante controllare regolarmente la presenza di accumuli di creosoto nel camino. Esistono diversi modi per farlo: Spazzola per camino – Questo metodo prevede l'uso di una spazzola o di uno straccio con acqua e sapone mescolati insieme, naturalmente con un po' di olio di gomito. Anche l'uso delle mani o dei guanti funziona bene!

L'idea è quella di eliminare il creosoto accumulato all'interno della canna fumaria del caminetto. Dovrete immergervi nel secchio d'acqua saponata più volte per essere efficaci nel rompere tutte le scaglie annerite che vi si aggrappano. Anche in questo caso, assicuratevi di avere una buona ventilazione, perché l'ambiente può diventare piuttosto fumoso!

Quanto velocemente può accumularsi il creosoto?

L'accumulo di creosoto aumenta la probabilità di un incendio nel camino. Se non viene pulito regolarmente, il creosoto può accumularsi rapidamente e causare incendi già dopo un anno dall'installazione. I camini utilizzati con minore frequenza consentono un accumulo ancora più rapido rispetto a quelli costantemente in funzione. Alcuni studi hanno dimostrato che gli accumuli si verificano già tre mesi dopo l'installazione iniziale!

Accumulo di creosoto sul cappello del camino

Anche l'accumulo di creosoto sul cappello del camino può essere pericoloso. Questo perché i gas di scarico non sono in grado di defluire in modo efficiente dal caminetto, il che potrebbe causare un aumento dei livelli di monossido di carbonio nell'abitazione. Per evitare che ciò accada, assicuratevi di far rimuovere regolarmente l'accumulo di creosoto da un professionista.